Incendio nella pineta a Ostia: Virginia Raggi, 'è disastro ambientale'
Incendio nella pineta a Ostia: Virginia Raggi, ‘è disastro ambientale’
Cronaca

Incendio nella pineta a Ostia: Virginia Raggi, ‘è disastro ambientale’

incendio pineta ostia

Nuovo incendio devasta la pineta di Ostia, almeno tre i roghi di probabile origine dolosa

Continua inarrestabile l’ondata di incendi che sta interessando diverse regioni italiane. L’ultima località ad essere stata colpita è Ostia, dove è andata a fuoco la pineta di Castelfusano, sul litorale. Si tratta di una zona non nuova agli incendi dato che solo pochi giorni fa, il 7 luglio, se n’era verificato un altro. Quello di oggi è scaturito dalla zona dell’Infernetto, ma in seguito si è scoperto che un secondo rogo era stato con molta probabilità appiccato lungo via Cristoforo Colombo ed un terzo incendio invece sulla via Litoranea, che le forze dell’ordine hanno dovuto chiudere al traffico. Una situazione complessa che ha reso necessario l’intervento di diversi elicotteri dell’anti-incendio, impegnati per ore nel tentativo di circoscrivere le fiamme.

E’ intervenuto anche il sindaco di Roma Virginia Raggi, parlando di ‘situazione gravissima’ e sottolineando che ‘non si esclude alcuna ipotesi sulle cause. C’è la necessità – ha aggiunto il primo cittadino della Capitale, arrivata a Ostia, nella pineta di Castelfusano – che sia presa in carico da tutti, il Municipio non può essere lasciato solo.

Serve l’aiuto della Regione e del Governo. Roma non può essere lasciata sola di fronte a questo disastro ambientale”.

Tre incendi ed ettari di pineta cancellati, scompaiono alberi secolari

Oltre alla chiusura al traffico della via Litoranea, è stato necessario bloccare anche un tratto di via Cristoforo Colombo: il tratto interdetto ai veicoli è quello all’altezza di via della Villa di Plinio. Mentre decine di vigili del fuoco lavoravano, e sono tutt’ora impegnati, senza sosta per limitare i già gravi danni, con decine di alberi ormai carbonizzati ed ettari di terreno andati a fuoco. Un’estate che riporta alla mente quella del 2000 quando la pineta fu devastata da un violentissimo ed esteso incendio che andò a compromettere la vegetazione formata da pini secolari. Il rischio è aumentato quando le fiamme hanno cominciato a lambire alcune abitazioni al punto da renderne necessaria l’immediata evacuazione.

La zona colpita dal rogo è stata messa in sicurezza dai vigili del fuoco e dai carabinieri, che hanno aiutato anche le persone in fuga dalle loro case minacciate dalle fiamme.

Incendio che ha generato una colonna di fumo alta diverse centinaia di metri, visibile anche da molti chilometri di distanza. Il fumo è infatti visibile anche da lontano, dalla città ma anche dalla spiaggia di Ostia e stando ai primi rilievi sembra che il fuoco si sia propagato in tre punti distinti, il che lascerebbe aperta l’ipotesi di incendi dolosi. L’ennesimo disastro dunque, in questa estate devastata dai roghi.

Virginia Raggi: primo canadair arrivato dopo un’ora

Aggiornamenti: Nuove dichiarazioni del sindaco Virginia Raggi, “Il primo canadair – ha sottolineato – è arrivato dopo un’ora quando il fuoco era già divampato purtroppo. Ora pare ne stia arrivando anche un altro. Buona parte della pineta di Castelfusano è andata in fumo – ha aggiunto – l’incendio non è stato ancora domato”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche