StartUp e Pmi innovative: ecco gli incentivi 2016 COMMENTA  

StartUp e Pmi innovative: ecco gli incentivi 2016 COMMENTA  

StartUp e PMI innovative potranno usufruire nel 2016 di nuovi incentivi e agevolazioni non solo dal punto di vista fiscale ma anche burocratico.

Caso Campania: un  miliardo di euro per i prossimi 7 anni, nasce una nuova classe di commercialisti?

VENTO FAVOREVOLE – Snellimento delle procedure burocratiche, maggiore e più facile accesso al credito, possibilità di usufruire dell’apposito fondo di garanzia: sono queste le novità più rilevanti che attendono le startup per il 2016. L’incremento delle aziende che si costituiscono con idee innovative sta conoscendo un vero e proprio boom, insieme a quello di tutti i numeri correlati, come l’accesso al credito ed il credito erogato dal Fondo di Garanzia, cresciuti rispettivamente del 17% e del 19%. Oltre il 50% delle richieste, tra l’altro, sono da parte delle microimprese. Per questo si è delineato a livello statale un pacchetto di misure a supporto della crescita e dello sviluppo di start up e PMI innovative. Si tratta di una combinazione innovativa e molto utile di incentivi e agevolazioni fiscali unite allo snellimento di alcuni passaggi burocratici (come ad esempio la firma digitale che eviterà il passaggio dal notaio). Ad esempio, Sui prestiti ottenuti da persone fisiche, e non da aziende, resta la possibilità di detrazione del 19% degli importi fino a 500.000 euro. Allo stesso modo per i soggetti IRES, si può dedurre fino al al 20% dei conferimenti fino a 1,8 milioni di euro.

Leggi anche: Bce, il fallimento del credito: per le imprese resta ancora un sogno

IL CASO CAMPANIA – In Campania I nuovi progetti per le startup sono stati recentemente discussi nel corso del convegno “Ecosistema start up e sviluppo del venture capital”, fortemente voluto dall’Unione giovani dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli. Il senso dell’operazione è chiaro ed è stato spiegato nello stesso convegno

lo sviluppo delle start-up darà la possibilità di offrire sul mercato prodotti e servizi totalmente innovativi. Il progetto di Napoli è capofila in Italia: dare gli strumenti a un giovane commercialista per poter essere partner di un imprenditore che punta a rafforzarsi sul mercato è la miglior tutela sindacale possibile.

 

Leggi anche

alecsandra-puflea-2
News

Ragazza cacciata dall’hotel perché scambiata per una prostituta

Episodio di razzismo denunciato a Ferensway, nel Regno Unito. Una ragazza rumena, Alecsandra Puflea, 22 anni, studentessa di Criminologia all'Università di Hull, si è vista rifiutare la camera di un hotel, l’Holiday Inn Express, che aveva prenotato online, perché scambiata per una prostituta. Era insieme al suo fidanzato. Dopo aver visto la sua carta d'identità, l'addetto alla reception l'ha mandata via, dicendo che l’albergo non accettava clienti rumeni - neanche il fatto chela studentessa abbia mostrato la sua patente britannica, è servito - . Poi la struttura si è scusata, dicendo di aver stabilito “quella” regola perché alcune ragazze provenienti dalla Romania erano state scoperte Leggi tutto
About Modestino Picariello 457 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*