Inchiesta Dirty Soccer: Lega Pro si costituisce parte civile COMMENTA  

Inchiesta Dirty Soccer: Lega Pro si costituisce parte civile COMMENTA  

La Lega Pro ha deciso che si costituirà parte civile nell’ambito dell’inchiesta sul calcio scommesse “Dirty Soccer”, che ha di recente travolto il mondo del pallone anche nelle serie minori.


La decisione è stata presa a seguito di una riunione del Consiglio Direttivo avvenuta oggi pomeriggio a Firenze e presieduta dai vicepresidenti Archimede Pitrolo e Antonio Rizzo.

Le valutazioni circa la generale situazione che sembra emergere dalle prime indagini e la presunta portata e gravità dell’inchiesta hanno portato la lega a costituirsi, secondo le parole del comunicato ufficiale, “parte offesa contro società, dirigenti e giocatori che risultassero, al termine delle indagini in corso, responsabili di aver contribuito alla manipolazione del risultato sportivo delle partite coinvolte”.

“La Lega Pro” recita il comunicato “ribadisce di aver sempre tutelato con la massima fermezza la regolarità dei campionati e di aver vigilato sulle anomalie delle scommesse, segnalandole tempestivamente all’Autorità giudiziaria”.

Scelta obbligata, allo stato attuale dei fatti, necessaria per cercare di salvare ciò che si può, mentre si attende di capire quali ripercussioni avrà Dirty Soccer sui prossimi campionati.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Inchiesta Dirty Soccer: Lega Pro si costituisce parte civile | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*