Inchiesta Tav, arrestata Maria Rita Lorenzetti

Cronaca

Inchiesta Tav, arrestata Maria Rita Lorenzetti

E’ finita in manette due giorni fa l’ex Presidente della Regione Umbria, Maria Rita Lorenzetti. La donna, presidente di Italferr (società di Ferrovie che gestisce il settore alta velocità) è indagata nell’ambito dell’inchiesta sul nodo fiorentino della Tav. Lorenzetti è accusata di corruzione, abuso di ufficio, associazione a delinquere e traffico di rifiuti.

L’indagine, avviata dalla Procura di Firenze, ha coinvolto altre trentuno persone in tutta Italia. La donna, sessantenne, si trova agli arresti domiciliari presso la sua abitazione di Foligno. Attualmente l’ex Presidente della Regione Umbria è anche un esponente del Partito Democratico, candidata sia nel 2003 che nel 2008. L’avvocato Luciano Chirga si dichiara sgomento di fronte al provvedimento che ha colpito l’ex governatore della Regione Umbria, nonché presidente della Italferr.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche