Incidente ferroviario in Spagna, il treno andava troppo forte

Esteri

Incidente ferroviario in Spagna, il treno andava troppo forte

Sarebbe deragliato a causa di una velocità più del doppio superiore ai limiti previsti nel tratto, il treno uscito dai binari a pochi chilometri dalla stazione di Santiago di Compostela, in Spagna, uccidendo almeno 77 persone. Secondo i primi rilievi infatti il treno viaggiava ad almeno 190 all’ora, invece degli 80 previsti in quel tratto. E’ stato uno dei macchinisti a dirlo in una comunicazione via radio dalla cabina del treno con la stazione, poco dopo il deragliamento: “Andavo a 190 all’ora. Spero che non ci siano morti perchè me li porterei sulla coscienza. Sono umano, sono umano…”. Sempre durante una conversazione radio, lo stesso macchinista del treno ad alta velocità Madrid-Ferrol ha detto, subito dopo lo schianto: “È deragliato, che faccio… che faccio”. Subito dopo l’incidente ferroviario l’uomo, leggermente ferito, è stato visto aggirarsi sul posto in stato di choc. E’ un macchinista di 52 anni di grande esperienza che non ha ancora spiegato il motivo di una velocità così elevata: in quel tratto infatti i treni non possono superare gli 80 all’ora in quanto la curva è chiusa e si trova subito dopo l’uscita di un tunnel, dopo diversi chilometri di rettilineo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche