Incidente stradale tra Candela e Ascoli Satriano: morto Donato Marino COMMENTA  

Incidente stradale tra Candela e Ascoli Satriano: morto Donato Marino COMMENTA  

Un ragazzo di soli 23 anni, Donato Marino è la vittima dell’incidente avvenuto ieri sera intorno alle 20:00 sulla provinciale che collega Candela ad Ascoli Satriano. Il giovane, residente a Sant’Agata di Puglia, era alla guida della sua Mini Cooper quando il mezzo è sbandato fuori strada e si è capovolto più volte su stesso.

Leggi anche: Bari: uomo accusato di violenza sessuale soffoca la figlia di tre mesi


Sul posto, si sono recati Carabinieri di Cerignola per accertare le dinamiche e le cause dell’accaduto tuttora ancora sconosciute.
Sono arrivati anche oltre ai militari del 112, una unità del 118: i medici dopo il primo intervento hanno trasportato il ferito agli Ospedali Riuniti di Foggia.

Leggi anche: Bari, pronti per la costruzione del villaggio Agebeo


Purtroppo però le sue condizioni sono apparse subito gravi: alle 23.30 il ragazzo è deceduto per le lesioni e ferite subite nell’incidente.

Il suo paese, Sant’agata di Puglia è in lutto e piange la sua morte.

Donato era conosciuto da tutti nel piccolo paese del Subappennino Dauno come un ragazzo solare, allegro, con la voglia di vivere.
Mancheranno a tutti i suoi sorrisi, la sua allegria, la sua vitalità. E’ così che tutti lo ricorderanno per sempre.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Bari: uomo accusato di violenza sessuale soffoca la figlia di tre mesi
Bari

Bari: uomo accusato di violenza sessuale soffoca la figlia di tre mesi

Un uomo, un padre di Bari è stato arrestato dalla polizia in quanto accusato di violenza sessuale e di aver soffocato la figlia di tre mesi. I carabinieri di Altamura, in provincia di Bari, hanno arrestato un ventinovenne, colpevole di aver soffocato e aver violentato la figlia di 3 mesi. L'uomo non è nuovo a questi reati ed è già conosciuto dalle forze armate del luogo, in quanto aveva violentato la figlia minorenne di una coppia di amici. In base alle ultime indagini condotte dalla polizia, sembra che il giovane abbia più volte provato a soffocare la figlia, provocandole continui Leggi tutto

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*