Independence Day: Rigenerazione. Film rinviato: ecco perchè

News

Independence Day: Rigenerazione. Film rinviato: ecco perchè

INDIPENDENCE DAY - RIGENERAZIONE
INDIPENDENCE DAY - RIGENERAZIONE

La 20th Century Fox ha rinviato l’uscita italiana del film “Indipendence Day – Rigenerazione” a settembre e il fatto ha riportato non poche critiche.

Anec e Anem ad esempio, due associazioni nazionali di esercenti ed editori musicali hanno diffuso insieme un comunicato di protesta contro la decisione della famosa casa cinematografica di rinviare a settembre l’uscita di “Indipendence Day – Rigenerazione”.

Anec e Anem hanno infatti dichiarato: “Rinviare a settembre alcuni film dell’estate indebolisce l’offerta. A fronte dell’impegno assunto da Esercizio e Distribuzione con il MIBACT, alcuni distributori si sono defilati. Ci vuole maggior senso di responsabilità da parte di tutti”.

In seguito alla protesta di Anec e Anem, il media americano Variety ha fatto sapere la risposta che la 20th Century Fox ha dato a Osvaldo De Santis della divisione italiana della Fox sul perchè del rinvio a settembre.

Osvaldo De Santis ha dichiarato: “A quanto pare è stata offerta alla Fox la possibilità di organizzare una première del film alle Terme di Caracalla a Roma, dove solitamente vengono proposte opere liriche.

Ci è stata data questa opportunità, che ovviamente avrà un enorme risalto sui media, e abbiamo capito che era una opportunità da non perdere. La Fox, negli ultimi anni, ha distribuito diversi grandi blockbuster nel periodo estivo contribuendo a dare una spinta all’estate cinematografica. Quest’anno, tuttavia, le cose andranno diversamente, visto che anche “L’Era Glaciale” che uscirà a fine agosto, molto dopo il lancio nella maggior parte dei mercati internazionali”.

Nel frattempo in rete sta girando un video virale pubblicato dalla 20th Century Fox che ci mostra che fine ha fatto e che cosa ha combinato in questi vent’anni il personaggio Brackish Okun, interpretato da Brent Spinder.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche