India, è morta Mahi, la bambina caduta nel pozzo COMMENTA  

India, è morta Mahi, la bambina caduta nel pozzo COMMENTA  

Dopo 83 ore in cui tutta l’India ha trattenuto il respiro, è finito nel peggiore dei modi il tentativo di salvataggio di Mahi, la bambina di quattro anni che mercoledì scorso era caduta in un pozzo di Manesar, villaggio indiano vicino a New Delhi. Quello che i soccorritori hanno estratto oggi era solo un corpicino senza più vita.


La piccola Mahi

La tragedia era avvenuta proprio il giorno del suo compleanno, mentre la piccola stava giocando con altri bambini. La maggior parte dei soccorritori è arrivata sul posto solo giovedì mattina: erano presenti soldati, vigili del fuoco, medici, ingegneri, esperti di escavazioni ed automezzi, ma anche curiosi e giornalisti, mentre le televisioni indiane hanno seguito da subito e senza interruzioni le operazioni di salvataggio, intervistando esperti, autorità locali e semplici cittadini

La situazione è apparsa subito disperata, poiché Mahi aveva smesso di dare segni di vita dopo due ore dalla caduta. Neeray, il padre di Mahi, aveva detto che all’inizio sua figlia ha pianto e chiesto aiuto, ma che poi «non ha più reagito a sollecitazioni e richiami dall’esterno». Nemmeno la microcamera calata all’interno del pozzo è riuscita a stabilire le condizioni della bambina.


I soccorritori, dopo aver individuato la bambina a 25 metri di profondità, hanno iniziato a scavare un pozzo parallelo. Purtroppo, al momento di scavare un tunnel di raccordo con quello in cui si trovava la piccola, hanno trovato uno strato di roccia più dura proprio nel punto in cui doveva partire il collegamento, cosa che ha ritardato le operazioni di soccorso. Quando la bambina è stata estratta oggi dalla sua prigione di terra, era ormai troppo tardi: ricoverata d’urgenza all’ospedale, i medici ne hanno constatato il decesso.


La storia della piccola Mahi riporta alla memoria la tragedia di Vermicino, quando nel 1981 Alfredino Rampi, di sei anni, cadde in un pozzo di 60 metri.

L'articolo prosegue subito dopo

Anche in quel caso tutti gli sforzi furono vani

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*