India: turismo in crisi per paura degli stupri COMMENTA  

India: turismo in crisi per paura degli stupri COMMENTA  

Periodo difficile per il turismo in India. Sempre più stranieri infatti rinunciano a trascorrere le ferie nel Paese a causa dell’alto numero di violenze sessuali.

Leggi anche: Cos’è successo di preciso fra Donald Trump, Taiwan e la Cina

Pare che negli ultimi tre mesi il turismo sia calato addirittura del 25%, secondo quanto stabilito dallo studio effettuato da un’associazione delle Camere di Commercio.

Leggi anche: Presidenziali Francia, la situazione dopo la rinuncia di Hollande

In calo soprattutto il numero delle donne, che ha registrato un secco – 35% e che si è tradotto in un impatto fortemente negativo sull’industria alberghiera.

A farne le spese non solo la capitale indiana ma anche tutte le altre città principali, da Mumbai a Pune, da Bangalore a Channai. I turisti sembrano preferire altri paesi asiatici come Malaysia, Indonesia, Thailandia e Filippine.

Leggi anche

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum
Attualità

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum

Nel cuore della notte Maria Elena Boschi scoppia a piangere. E piange per l'esito del referendum costituzionale. Maria Elena Boschi (Montevarchi, 24 gennaio 1981) è una politica italiana, il Ministro senza portafoglio per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento con delega all'attuazione del Programma di Governo nel Governo Renzi dal 22 febbraio 2014. Due lacrime scivolano sulle sue guance rosa facendo colare anche un po’ di rimmel. Piange in un comprensibile miscuglio di rabbia e delusione. Ecco, l’incredulità. Appena due anni fa, negli indici di gradimento, Maria Elena Boschi era il ministro più popolare del Paese: la madrina di ogni riforma compresa quella più importante, quella della Costituzione, e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*