India: turismo in crisi per paura degli stupri COMMENTA  

India: turismo in crisi per paura degli stupri COMMENTA  

Periodo difficile per il turismo in India. Sempre più stranieri infatti rinunciano a trascorrere le ferie nel Paese a causa dell’alto numero di violenze sessuali.

Pare che negli ultimi tre mesi il turismo sia calato addirittura del 25%, secondo quanto stabilito dallo studio effettuato da un’associazione delle Camere di Commercio.

In calo soprattutto il numero delle donne, che ha registrato un secco – 35% e che si è tradotto in un impatto fortemente negativo sull’industria alberghiera.

A farne le spese non solo la capitale indiana ma anche tutte le altre città principali, da Mumbai a Pune, da Bangalore a Channai. I turisti sembrano preferire altri paesi asiatici come Malaysia, Indonesia, Thailandia e Filippine.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*