Indonesia: castrazione chimica per legge

News

Indonesia: castrazione chimica per legge

Indonesia: castrazione chimica per legge
Indonesia: castrazione chimica per legge

Il Parlamento in Indonesia ha passato una legge riguardante la castrazione chimica, la sentenza minima e l’esecuzione per i pedofili.

Il Presidente Joko Widodo ha proposto dei cambi nella legge sulla castrazione chimica in seguito a uno stupro di gruppo e all’assassino di una ragazzina di 14 anni. La legge è stata discussa a lungo in Parlamento con un acceso dibattito, con due fazioni che hanno votato contro la castrazione.

Le associazioni dei diritti umani si sono opposte alla punizione e alla decisione del Parlamento, in quanto la violenza non può essere fermata con altra violenza.

L’associazione dei medici indonesiani ha detto che questa pratica avrebbe violato l’etica professionale e ha detto che i suoi membri non avrebbero preso parte a ciò.

La procedura comporta di iniettare ormoni femminili ai detenuti. E’ utilizzato su reati sessuali in Polonia, Corea del Sud, Russia e alcuni stati americani, tra gli altri.

I prigionieri nelle carceri del Regno Unito possono volontariamente sottoporsi al trattamento.

Le nuove leggi consentono anche ai giudici di condannare a morte i pedofili e si applica una pena minima di 10 anni per crimini sessuali contro i bambini.

Gruppi per i diritti umani, tra cui la Commissione nazionale per le donne (NCW) ha criticato le leggi e hanno chiesto loro di essere rivalutati ogni anno per verificare se sono un deterrente.

Azriana, il capo del NCW, ha detto: “Altri paesi che hanno la castrazione chimica non hanno visto una riduzione dei reati sessuali contro i bambini anche se si tratta di una procedura molto costosa e dovremmo spendere e investire i nostri soldi in servizi di sostegno e aiutare le vittime. “

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche