Come installare Cydia su Android

Come installare Cydia su Android

Android

Come installare Cydia su Android

Ecco tutti i passaggi fondamentali per l'installazione di Cydia sui device aventi come sistema operativo Android.

Cydia è un software sviluppato da Jay Freeman per i device aventi come sistema operativo iOS (alcuni dispositivi Apple quali iPod touch, iPhone e iPad) e Android, che permette agli utenti che hanno effettuato il jailbreak/root del proprio dispositivo la gestione di applicativi, la maggior parte dei quali Open Source, senza le limitazioni imposte dalla casa produttrice. Lo scopo principale di Cydia è fornire agli utenti una maggiore esperienza per quanto riguarda nuovi software e controlli avanzati del sistema operativo non disponibili sul proprio Play Store molto spesso a causa di restrizioni tecniche da parte i produttori e sviluppatori.

Ecco i passaggi chiave per installare Cydia sui sistemi oeprativi Android in modo semplice anche per gli utenti meno esperti del settore. Infatti per installare Cydia su Android bisogna avere chiari alcuni concetti base, che in questo articolo vi spiegheremo nel dettaglio. Assicuriamoci di avere a portata di mano un dispositivo Android, un Root per Android e una connessione alla rete.

Premettiamo che non è possibile installare Cydia su Android se non abbiamo prima effettuato il root del nostro dispositivo.

Chi non lo ha fatto perchè non è in grado di farlo, può consultare i tantissimi manuali presenti in rete o i tutuorial che vi assisteranno nel procedimento.

Come scaricare cydia

Occorrente necessario:

  • Device con sistema operativo Android;
  • Root per Android;
  • Connessione internet.

Come riferito in precedenza, per installare Cydia su Android è importante avere il root del proprio dispositivo mobile. Quindi una volta che avremo completato il root sul nostro dispositivo Android, dovremo recarci sul Play Store per trovare l’applicazione che porta il nome Cydia Substrate fondamentale per installare l’app. Accertiamoci, prima di ogni altra cosa, di avere a disposizione lo spazio sufficiente sulla memoria per procedere all’installazione. A questo punto clicchiamo sulla voce ‘Install Cydia Substrate’ e non appena lo avremo scaricato, noteremo la scritta Restart Zygote/Launcher.

Premiamo e attendiamo il riavvio del sistema. A questo punto avremo raggiunto il nostro scopo e Cydia verrà installato sul nostro tablet o sullo smartphone.

L’uso del programma è davvero semplice. Apriamolo e clicchiamo su Open Extension Gallery e noteremo una lunga lista di link che rimandano ai pacchetti di Cydia presenti nel Play Store. Una volta toccato avverrà il reindirizzamento sul Play Store dove potremo scaricarlo sul nostro dispositivo. Sul web esistono tanti tutorial che spiegano come effettuare correttamente l’installazione di Cydia sui dispositivi Android. Basterà utilizzare un comune motore di ricerca come Google o Yahoo.

Generalmente si pensa che Cydia possa essere utile per effettuare il jailbreak solo per i sistemi chiusi dei dispositivi Apple. In realtà, questa app si è rivelata molto utile anche per i dispositivi Android, pur trattandosi di un sistema aperto.

Arrivati a questo punto Cydia è installato correttamente sul nostro smartphone o tablet, e utilizzarlo è davvero molto semplice: basterà aprirlo e cliccare su Open Extension Gallery, e successivamente si aprirà una pagina con la lista dei link che rimandano ai pacchetti di Cydia presenti sul Play Store.

Per installarne uno toccatelo e verrete reindirizzati sul Play Store.

Cydia Substrate

Si tratta di una piattaforma che semplifica la modifica del sistema e delle applicazioni mediante estensione di codice, senza alterare la propria ROM del device. Inoltre permette l’accesso alle applicazioni del negozio alternativo a Google Play, ovvero Cydia. Una volta eseguito il root sul proprio smartphone Android, è possibile installare Cydia Substrate ed iniziare ad usufruire di tutte le sue funzionalità.

Cydia download

Da ricordare che Cydia è disponibile non solo per Android, ma anche per il sistema operativo iOS. In questo caso, prima di effettuare il jailbreak sul proprio iPhone o iPad è necessario conoscere alcuniparametri importanti. Innanzitutto il jailbreak non è supportato ufficialmente da Apple, ed è un procedura che invalida la garanzia del prodotto.

Altra cosa importante da sapere è che il jailbreak non è compatibile con tutte le versioni di iOS, in quanto il colosso Apple cerca di renderla inutilizzabile rilasciando continui aggiornamenti per il proprio sistema operativo.

Infatti se effettui il jailbreak e poi aggiorni alla versione più recente di iOS, Cydia viene disinstallato automaticamente. Prima di installare Cydia, infatti, è buona norma creare una copia di backup del proprio smartphone o dispositivo mobile associato, in modo da poter ripristinare tutto in caso di problemi.

Tweak Cydia

  • Winterboard;
  • Andrios.

Winterboard è il primo tweak rilasciato con Cydia per il sistema operativo Android. L’obiettivo principale è quello di includere il theme manager della CyanogenMod anche su ROM che non lo prevedono, in grado di attivare più temi contemporaneamente. I requisiti essenziali sono i permessi di Root, avere a portata di mano la Recovery modificata per il backup e la compatibilità con il device.

E’ una vera e propria piattaforma di gestione dei temi che è disponibile come pacchetto scaricabile nel negozio di Cydia. Quindi Winterboard è un pacchetto Cydia, e come tutti gli altri tweaks e temi disponibili al download, per installarlo è richiesto Cydia Substrate, ovvero una piattaforma che consente anche ad altri prodotti di apportare modifiche ai singoli elementi del sistema operativo.

Per poter utilizzare Winterboard, è necessario scaricare il file dati dal Play Store.

È possibile creare una combinazione di molteplici temi selezionandoli tutti e modificare l’ordine dei vari temi in questione. I pacchetti compatibili con Winterboard sono Tiny White Icon Pack e Flow Theme for CM9/CM10.1.

Andrios è un nuovo tweak che porta l’esperienza di utilizzo sui due principali sistemi operativi Android e iOS. Il tweak in questione porta con se un’esperienza di utilizzo simile a quella di Android su iPhone, offrendo diverse funzionalità ed un look ispirato alle versioni precedenti Android Lollipop e KitKat, con la presenza di nuove funzionalità di Android più richieste dagli utenti iPhone in iOS.

Funzionalità di Andrios

  • Action Bar: una barra di navigazione che contiene i pulsanti indietro (dalla forma di triangolo) per tornare all’app precedente, Home (cerchio) per simulare la pressione del tasto Home, Multitasking (quadrato) per aprire subito il Multitasking con un tap oppure per chiudere tutte le app in esecuzione;
  • Widget di ricerca: barra di ricerca Google inclusa nella schermata Home del dispositivo.

    Consente di effettuare delle ricerche su Google tramite il browser integrato.

  • Switches Widget: widget presente nella schermata Home caratterizzato da ben cinque opzioni rapide per attivare/disattivare la connettività WiFi, Bluetooth, il modulo GPS e la luminosità automatica
  • Slider del volume: slider per modificare il volume in modo intuitivo. Inoltre sono presenti diverse opzioni extra attivabili e disattivatili dal menu Impostazioni.
  • Alternate NC: ecco il Centro Notifich, che contiene diversi toggle, uno slider per la luminosità, notifiche ridisegnate e un pulsante per cancellarle tutte in un solo tap. Inoltre è presente anche l’opzione per nascondere la notifica, mentre tutte le notifiche ridisegnate in stile Lollipop sono presenti anche nella schermata di blocco;
  • Miniplayer: widget che consente di controllare la musica da qualsiasi schermata; inoltre durante l’ascolto del brano musicale, è presente l’apposita copertina dell’album e la possibilità di visualizzare le informazioni di riproduzione e di scorrere le canzoni.
  • Menu di spegnimento: sono presenti diverse opzioni, come Spegni, Modalità Aereo, Riavvio, modalità silenziosa, modalità sonora e la modalità vibrazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche