Investì pensionato senza soccorrerlo: era sotto effetto di stupefacenti COMMENTA  

Investì pensionato senza soccorrerlo: era sotto effetto di stupefacenti COMMENTA  

CATANIA – Lo scorso 6 novembre, una Smart guidata da un incensurato di 24 anni, N.B, investì e uccise Benito Todaro di anni 61, mentre attraversava sulle striscie pedonali.

Ora dalle analisi scientifiche dei carabinieri emerge che il giovane guidava sotto l’effetto di stupefacenti, ora piantonato agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida da parte del Gip.

Dopo l’incidente fu arrestato dai carabinieri del comando provinciale di Catania che identificarono anche un altro giovane che era con lui la sera della tragedia:  un incensurato di 24 anni, A.M.

favorendolo a eludere le indagini nascondendo l’auto lontano dalla casa del guidatore. Sentito da militari dell’Arma, A.M., ha reso ampia confessione ricostruendo la dinamica dell’incidente e il tentativo di depistaggio, e per questo è stato denunciato in stato di libertà per favoreggiamento personale.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*