Ipad consigliati per gli studenti di scuole superiori e università
Ipad consigliati per gli studenti di scuole superiori e università
Tecnologia

Ipad consigliati per gli studenti di scuole superiori e università

iPad

Gli iPad sono veramente utili per lo studio? E se sì, come? Scopriamolo insieme.

L’introduzione di strumenti come gli iPad nelle scuole secondarie e nelle università è uno dei principali argomenti di dibattito in tema di pubblica istruzione, almeno in Italia. In molti altri paesi dell’Unione Europea – per non parlare di realtà come Canada e parte degli Stati Uniti -, invece, l’adozione di tali strumenti per agevolare lo studio è già oggi (o, per meglio dire, ieri) una realtà consolidata. I vantaggi sono immediatamente intuibili, e vanno dalla possibilità concreta di consultare in tempo reale archivi dati, informazioni e notizie all’interattività immediata (si pensi solo ai compiti in classe, svolti e consegnati “virtualmente” dagli studenti, tutto a mezzo iPad), con notevole risparmio di tempo ed energie, e la conseguente possibilità di ottimizzare i tempi e concentrare gli sforzi di corpo docente e studenti in un’unica direzione. Nell’attesa che lo studio tramite iPad possa divenire una realtà accessibile a tutte le scuole e le università italiane (l’applicazione Shared Paper, che consentirebbe di condividere un solo dispositivo tra una moltitudine di studenti, dovrebbe aiutare in tal senso), e non una felice eccezione di cui solo pochissimi istituti dispongono, allo studente medio non rimane che provvedere in maniera autarchica.

L’atto di procurarsi un iPad dedicato espressamente allo studio può essere visto come una spesa onerosa e poco fruttifera per le famiglie, oppure come un serio investimento sullo sviluppo culturale e cognitivo dello studente. L’importante è procurarsi lo strumento giusto.
Sicuramente, tra i vari modelli di iPad attualmente disponibili sul mercato, iPad Pro è quello che rivela una maggiore flessibilità e una capacità di adattamento più spiccata nei confronti delle esigenze di uno studente, sia esso delle scuole superiori o un universitario. Merito della ricchezza delle sue applicazioni, che vanno dalla scrittura al disegno tecnico – facilmente adattabile alla progettazione -, fino alla ricerca rapida su Internet. Inoltre, la possibilità di integrare al device una smart keyboard e una Apple Pen amplia notevolmente le possibilità di utilizzo, così come la funzione multitasking, che permette di collegare più dispositivi a un’unica matrice: opzione utilissima per mettere in rete una serie di terminali (ad esempio quelli degli studenti) controllati da un’unica matrice (l’iPad in dotazione al docente). E se l’ingombro dell’apparecchio non è del tutto trascurabile, l’esperienza multimediale viene ampiamente ricompensata dalla grandezza dello schermo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche