Iraq, iniziata l'offensiva anti Isis per liberare Mosul

Iraq, iniziata l’offensiva anti Isis per liberare Mosul

Esteri

Iraq, iniziata l’offensiva anti Isis per liberare Mosul

isis
isis

In Iraq è iniziata una vasta azione militare che ha come obiettivo quello di cacciare i miliziani dello Stato Islamico dal paese. Si combatte a Mosul.

L’esercito dell’Iraq ha avviato nelle ultime ore l’offensiva sulla città do Mosul, nel nord del paese. Si tratta dell’operazione militare più importante da quando gli Stati Uniti hanno abbandonato l’Iraq cinque anni fa. L’obiettivo è quello di liberare Mosul, la più importante città irachena nelle mani dell’Isis, e, se l’operazione avrà successo, si tratterà senza dubbio di un duro colpo alla presenza nella zona da parte dei miliziani.

Secondo quando dichiarato alla televisione di stato dal primo ministro iracheno Haidar al Abadi, alle truppe regolari sono state affiancate le unità anti terrorismo, i peshmerga curdi e le milizie sciite. Mosul è considerata la capitale irachena dell’Isis, è in generale la seconda città del paese e, per posizione geografica, riveste un ruolo strategico di primo piano, anche per quanto riguarda il conflitto in corso in Siria.

A Mosul spetta a questo punto anche un importante ruolo simbolico, soprattutto dopo la caduta di Dabiq, la piccola città siriana nelle mani dello Stato Islamico dal 2014 dove, secondo la profezia, le forze dei musulmani trionferanno un giorno in modo definitivo su quelle cristiane.

Dabiq, come il nome che l’Isis ha scelto per la propria rivista di propaganda in lingua inglese, una città simbolo ma dal valore militare e strategico limitato, liberata dai ribelli siriani incontrando una resistenza “minima” da parte dei miliziani, secondo quando ha riferito il comandante Saif Abu Bakr.

Mentre è in corso l’offensiva irachena su Mosul, secondo quanto ha riferito l’emittente tv Al Jazira, i peshmerga curdi hanno strappato all’Isis sette villaggi nei dintorni della città. Nelle prossime ore, con ogni probabilità si potrà riuscire a capire se l’azione militare sarà riuscita o potrà raggiungere l’obiettivo in breve tempo oppure no.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche