Isola misteriosa invisitabile: tribù di 60.000 anni uccide gli stranieri COMMENTA  

Isola misteriosa invisitabile: tribù di 60.000 anni uccide gli stranieri COMMENTA  

Può sembrare una tipica isola paradisiaca – ma attenzione, perché non tutto è come sembra in questo paesaggio misterioso.

L’isola si trova nell’Oceano Indiano, circa della dimensione di Manhattan, ed è stata abitata dagli indigeni Sentinelesi per 60.000 anni.

La tribù ha rifiutato il mondo moderno e sono violenti agli estranei: hanno infatti ucciso due uomini nel 2006, dopo che questi stavano pescando vicino alla loro isola.

Sono anche arrivati fino al punto di lanciare pietre e sparare frecce ad aerei o elicotteri, e tale è l’ostilità che hanno verso gli stranieri che è stato possibile ottenere solo foto di bassa qualità di questi abitanti.

Le autorità indiane hanno cercato addirittura di rendere un crimine il cercare di entrare in contatto con i Sentinelesi.

Ma mentre è illegale andare entro le tre miglia dell’isola, questo non ha fermato ad alcuni di avventurarsi nelle vicinanze.

Survival International – che sostiene i diritti dei gruppi tribali – ha sostenuto che i pescatori locali stanno regolarmente entrando nell’area con uno di loro che è anche salito su l’isola prima che lui e altri sei fossero arrestati dalle autorità.

Il gruppo ora teme che la sopravvivenza della tribù sia minacciata.

Il direttore di Survival International, Stephen Corry, ha dichiarato: “Le grandi tribù Andamanesi delle isole Andamane in India sono state decimate dalla malattia, quando gli inglesi colonizzarono le isole nel 1800.

“La più recente ad essere stata spinta verso l’estinzione è stata la tribù Bo, il cui ultimo membro è morto solo quattro anni fa.”

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*