Ispettorato del lavoro: maternità anticipata COMMENTA  

Ispettorato del lavoro: maternità anticipata COMMENTA  

Non sempre è possibile lavorare sino al settimo o all’ottavo mese di gestazione… Quindi come fare domanda di maternità’ anticipata?

La maternità anticipata è un’anticipazione del congedo obbligatorio di maternità riconosciuta dalla legge (articoli 16 e 17 del D. Lgs. 151/2001 – Testo Unico maternità/paternità) nei seguenti casi:
a) nel caso di gravi complicanze della gravidanza o di preesistenti forme morbose che si presume possano essere aggravate dallo stato di gravidanza (a titolo di esempio, le cosiddette “gravidanze a rischio”)
b) quando le condizioni di lavoro o ambientali siano ritenute pregiudizievoli alla salute della donna o del bambino;
c) quando la lavoratrice addetta al trasporto e al sollevamento pesi, nonché a lavori pericolosi faticosi e insalubri, non possa essere spostata ad altre mansioni.


Fino a poco tempo fa la competenza spettava solo alla Direzione Provinciale del Lavoro (DPL). Attualmente la competenza al rilascio dell’autorizzazione per l’astensione anticipata dal lavoro per maternità è suddivisa tra Asl e Direzione territoriale del Lavoro.


documenti da presentare per maternità anticipata

La futura mamma deve recarsi alla Asl munita del certificato medico di gravidanza, del certificato attestante le gravi complicanze della gravidanza.

Se il suo ginecologo è accreditato al Servizio Sanitario Nazionale, il suo certificato è sufficiente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*