Israele, Netanyahu (r)aggira la Corte Suprema COMMENTA  

Israele, Netanyahu (r)aggira la Corte Suprema COMMENTA  

Insediamenti israeliani in Cisgiordania

Secondo quanto riportato oggi dalla stampa israeliana, il primo ministro Benjamin Netanyahu chiederà alla Corte suprema di rinviare lo sfratto di coloni ebrei che hanno costruito illegalmente cinque palazzi in Cisgiordania.


In precedenza la Corte aveva stabilito  che gli edifici, dove abitano 30 famiglie, devono essere abbandonati entro il primo maggio perché sono stati costruiti su territori di proprietà di palestinesi. Questi sfratti sono diventati però una questione politica, poiché alcuni membri della coalizione hanno infatti minacciato di lasciare il governo nel caso in cui le case dei coloni venissero demolite: ragione per la quale Netanyahu ha fatto sapere che il governo sta studiando modi “legali” per prevenire lo sfratto.


L’Associazione Nazionale Palestinese (ANP) ha condannato in mattinata la decisione di Israele di legalizzare tre avamposti in Cisgiordania, indicandola come “una risposta” alla lettera del presidente Abu Mazen che chiedeva il congelamento delle colonie come condizione per riprendere i negoziati di pace.


Insediamenti israeliani in Cisgiordania

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*