Istat: continua la fiducia da parte dei consumatori COMMENTA  

Istat: continua la fiducia da parte dei consumatori COMMENTA  

La fiducia dei consumatori italiani è aumentata tanto che il mese di settembre ha avuo un aumento stupefacente.

L’indice di fiducia è salito a 101,1 da 98,4 del mese di agosto. Si tratta del tasso più alto che si sia riscontrato da giugno 2011. La stima media che era stata fatta da 11 economisti interpellati si aggirava attorno al 98,5. L’ Istat ha intervistato 2.000 italiani nella prima metà di questo mese ottenendo questo risultato.

Il primo ministro italiano Enrico Letta in un’intervista in cui parlava dell’aumento della fiducia ha poi raccontato del rischio che il Regno Unito lasci l’Unione europea. dell’importanza della vittoria elettorale del Cancelliere tedesco Angela Merkel e dell’influenza del primo ministro Silvio Berlusconi nella politica italiana.

Secondo le impressioni pare che il Paese possa riuscire a uscire dalla recessione riducento così la disoccupazione e aumentando l’economia delllo stato.


L’indagine mostra un certo miglioramento nel clima attuale e nella situazione economica, probabilmente grazie a delle condizioni fiscali meno restrittive; le famiglie italiane restano comunque caute a causa anche di una situazione politica ancora instabile.

La fiducia dei consumatori che è aumentata ha provocato una ripresa leggere nell’economia, i consumatori si fidano ancora del loro Paese e questo è un grande passo avanti.

Letta ha poi ribadito la sua promessa che l’Italia rimarrà entro i limiti posti dall’Unione europea.

Il presidente si è impegnato personalmente a raggiungere l’obiettivo attraverso aggiustamenti fiscali e tagli alla spesa. Si è però rifiutato di parlare dell’aumento dell’IVA previsto per il primo ottobre. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*