Italia-Belgio, gli azzurri di Conte trionfano per 2-0 - Notizie.it

Italia-Belgio, gli azzurri di Conte trionfano per 2-0

News

Italia-Belgio, gli azzurri di Conte trionfano per 2-0

Si è conclusa con una vittoria la prima partita azzurra a Euro 2016. L’Italia ha conquistato la vittoria per 2-0 contro il Belgio nella prima gara valida per il gruppo E disputata al Parc Olympique lyonnais di Decines – Charpieu, Lione. Guidati da Antonio Conte, gli azzurri hanno dato tutto nella sfida numero 22 della storia contro il Belgio, tentando le prime azioni già nei primi minuti di gioco grazie ad un ottimo schieramento sia in fase difensiva che offensiva; l’Italia riesce a coprire bene gli spazi anche quando il Belgio prova a spostarsi in avanti e, dopo un’azione di Giaccherini fermato da Ciman in scivolata al limite dell’area, arriva il gol tricolore proprio grazie a Giaccherini, su lancio lungo di Bonucci da centrocampo: il giocatore, che si trova solo davanti a Curtois, tira di destro andando a rete al 32′.

Seguono ulteriori minuti di pressing da parte dell’Italia sul Belgio, con un nuovo tentativo di Candreva al 34′, spedito in corner da Courtois; al 36′ Pelle’ manca il raddoppio per un soffio tirando di testa a soli 6 metri dalla linea di rete, con il pallone che esce, sfiorando il palo di sinistra.

Nella ripresa è il Belgio a tentare di sfondare dalla fascia destra e sinistra ma gli uomini di Conte riescono a respingere adeguatamente ogni tentativo. Non vi sono azioni di particolare rilevanza nel corso del secondo tempo: il gol della definitiva vittoria tricolore arriva infatti a recupero già iniziato, con il raddoppio di Pelle’ siglato al 92′.

Le formazioni ufficiali:

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi (33′ s.t. Motta), Giaccherini, Darmian (13′ s.t. De Sciglio); Pellè, Eder (30′ s.t. Immobile).
Belgio (4-3-2-1): Courtois; Alderweireld, Vertonghen, Vermaelen, Ciman (30′ s.t. Carrasco); Nainggolan (17′ s.t. Mertens), Witsel, Fellaini; Hazard, De Bruyne; Lukaku (27′ s.t. Origi)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche