Italia: Buffon, ‘l’addio di Prandelli? un non problema’

Calcio

Italia: Buffon, ‘l’addio di Prandelli? un non problema’

Gigi Buffon ha parlato dell’eventuale addio del ct Prandelli dall’Italia, definendolo ‘un non problema’. “Avverto un’ansia intempestiva – ha spiegato il portiere della Juve e della Nazionale – Pensiamo a fare bene le qualificazioni e a giocare un grande Mondiale”. Del resto la notizia dell’addio del ct dopo i mondiali in Brasile ha avuto la sua eco e, parlando del suo futuro, Buffon ha parlato anche dell’eventualità potesse finire alla Juve: “Merita un grande club ma sono in imbarazzo. E non credo che Conte abbia adbicato”, ha sottolineato riguardo all’ipotesi di un cambio di panchine.

Invece, a due partite dalle 136 presenze in Nazionale, che equivale a raggiungere il record detenuto da Fabio Cannavaro, Buffon ha sottolineato: “Per me rappresentare e giocare per il mio Paese, per la mia Nazionale, è qualcosa di irrinunciabile, una fortuna che in pochi hanno, ecco perché non sarò mai io a dire basta, sarebbe come una specie di diserzione.

Se dovessero un domani decidere di non chiamarmi più o di mettermi in panchina per il bene della Nazionale, non ci saranno problemi ma non sarò mai io a dire basta, anche solo il pensarlo è un atto di presunzione. Io resto agli ordini, faccio il giocatore, non sono il presidente o il proprietario della Nazionale, solo quando mi diranno fatti da parte ne prenderò atto e saluterò”.

Parlando infine della prossima partita dell’Italia in programma venerdi sera contro la Bulgaria, il portiere ha ammesso di essere preoccupato: “come lo sono prima di tutte queste partite che sono determinanti per la qualificazione. Un traguardo, questo, che ci meriteremmo per quello che abbiamo fatto finora ma che ancora non è certo”. Secondo il giocatore sarà necessaria attenzione e concentrazione per affrontare al meglio la sfida.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche