Italia del 2011: risparmiate 32 milioni e 21mila bottiglie di plastica COMMENTA  

Italia del 2011: risparmiate 32 milioni e 21mila bottiglie di plastica COMMENTA  

Forum Mondiale sull’acqua di Marsiglia: si tirano le somme dei consumi di bottiglie di acqua del 2011. Le case dell’acqua ci hanno fatto risparmiare oltre 32 milioni di bottiglie di  plastica, l’equivalenti di 1936 tonnellate di petrolio e di CO₂. Roberto Colombo,  presidente di Ianomi Spa e rappresentante delle  aziende idriche della provincia di Milano rende pubblici i numeri di consumo nazionali. Con un’erogazione media giornaliera di 2500 litri d’acqua, le 81 case hanno permesso nel 2011 un risparmio di 32 milioni e 21mila bottiglie di plastica. Numeri che sostengono l’impatto ambientale, numeri che hanno contribuito ad un minore consumo di carburante, uso dei trasporti e produzione di anidride carbonica. Esattamente, sostiene Colombo: “Istallando le case dell’acqua abbiamo contribuito a fare informazione –afferma Colombo–. In molti pensavano che l’acqua della rete non fosse buona; noi abbiamo dimostrato che l’acqua del rubinetto è di eccellente qualità, controllata e sicura. Sia chiaro: non siamo concorrenti delle imprese produttrici di acqua in bottiglia. Come aziende idriche pubbliche vogliamo soltanto che i cittadini abbiano tutti gli elementi per fare una scelta di consumo consapevole e libera da qualsiasi pregiudizio. Per questo ribadiamo la nostra proposta dell’acqua del rubinetto come bevanda ufficiale di Expo 2015».


 

 

Leggi anche

About Chiara Cichero 1241 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*