Italia: Le tasse più assurde

News

Italia: Le tasse più assurde

Le tasse in Italia sono moltissime, si sa. Ma quello che non si sa, o almeno la maggior parte della gente non sa, è su cosa si pagano le tasse. Al di là delle assurdità che riguardano tutte le tasse e le accise che gravano sui carburanti, da guerre e terremoti di oltre 40 anni, probabilmente non tutti sanno che esiste anche una tassa sull’ombra: un locale che ad esempio ha una tenda parasole sporgente, crea ombra sul marciapiede o sulla strada, andando ad “occupare il suolo pubblico”.

Altra tassa è quella che grava sugli ascensori, sottoforma di concessione governativa; parimenti esiste la tassa sui funghi, per i quali si necessita di permesso con imposta di bollo. Addirittura vi è la tassa sulle fogne, “anche se queste solo in fase progettuale di realizzazione” (quindi in realtà nemmeno c’è la fogna).

Assurda è poi la la tassa sui gradini, che spetta appunto ai proprietari di palazzi che hanno i gradini di ingresso sulla strada pubblica (questa è una tassa comunale che finanzierebbe il servizio di pulizia strade) e altrettanto assurda è la tassa sui lumini da morto, che consiste in una piccolissima quota da corrispondere al comune per “l’energia dallo stesso elargita per consentire al lumino di funzionare” (elettricamente). A proposito di defunti: esiste anche la tassa sulle ceneri, che consiste nel pagamento di una quota per poter disperdere le ceneri del proprio caro defunto.

Vi è poi la tassa sui tubi: condotti, scarichi, pozzetti di ispezione, occupano evidentemente il suolo pubblico.

La più assurda è forse la tassa sul tricolore: per esporre la bandiera nazionale è necessario pagare una tassa di concessione pubblicitaria (è come se si esponesse un’insegna di un negozio…a proposito…si paga una tassa pure qui).

Non c’è mai fine…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche