Italia, recessione finita

Aziende

Italia, recessione finita

La “recessione è finita”, l’Italia “è a un punto di svolta” ma l’uscita dalla crisi iniziata nel 2007 sarà lenta. E’ quanto prevede il centro studi di Confindustria che oggi ha diffuso le nuove stime sul Pil: nel 2013 calerà dell’1,6% (contro il -1,9% delle previsioni di giugno) e ci sarà una crescita dello 0,7% per il 2014. Frena anche la disoccupazione, mentre quest’anno toccherà livelli record la pressione fiscale: quella effettiva, escluso il sommerso, toccherà il 53,5%.

Segnali incoraggianti anche per tutta l’Europa. Secondo il Presidente della Commissione Barroso la ripresa è vicina”, anche “se la crisi non è finita” e non si deve “cedere all’autocompiacimento”. La Ue- ha poi aggiunto Barroso nel suo discorso sullo Stato dell’Unione- deve “accelerare il ritmo delle riforme strutturali”, e la disoccupazione è “economicamente e politicamente insostenibile e socialmente inaccettabile”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche