Italicum, richiesta la fiducia dal governo

News

Italicum, richiesta la fiducia dal governo

Liti per l'Italicum. Tichiesto il voto di fiducia.

Roma – Ferma la posizione di Renzi che pone la fiducia sull’Italicum dopo aver superato senza grandi problemi lo scoglio dell’incostituzionalità. La reazione dei partiti, tuttavia, non si fa attendere provocando una gran bufera ed una rottura interna al PD stesso.
Si terrà oggi il primo voto in aula alle 15.25 mentre gli altri due saranno giovedì.
Saranno vagliati gli articoli 1, 2 e 4 dell’Italicum mentre l’articolo 3 verrà saltato poiché in copia conforme al testo del Senato.

Il voto finale dovrebbe avvenire nel mese di Maggio con una votazione segreta, così come preannunciato dalla presidente Boldrini la quale, inoltre, sottolinea che essa non può essere blindata con la fiducia.
Voci di corridoio indicherebbero la prossima settimana come data per il voto finale.

Fiducioso il premier Renzi che si dice soddisfatto dei risultati ottenuti e che si dichiara fiducioso anche rispetto all’area più moderata del proprio partito, certo che alla fine verrà trovato un accordo ed un’unità in coerenza con le promesse fatte ai cittadini italiani.

#LeggeElettorale #lavoltabuona”, sono gli hashtag scritti su Twitter dal premier che, sempre su Twitter, ha aggiunto: “La Camera ha il diritto di mandarmi a casa se vuole: la fiducia serve a questo.

Finchè sto qui, provo a cambiare l’Italia”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche