Itinerari archeologici in Calabria COMMENTA  

Itinerari archeologici in Calabria COMMENTA  

La Basilicata, l’antica Lucania, è parte dello stivale, e la Calabria è il tacco di Italia. Entrambe si riuniscono in montagne e colline, molto favorite da antichi coloni, anche se sono poco visitati oggi. Greci, Romani, Bizantini, Normanni e invasori spagnoli, non sono solo giunti per conquistarla, ma sono anche soggiornati qui, spesso costruendo e ricostruendo sugli stessi luoghi, creando nuove città, castelli e chiese del periodo classico.


1° giorno:
arrivo a Bari, guida fino all’Hotel a Matera.

2° giorno:
esplorare i sassi di Matera, le cave e le cappelle Bizantine.

3° giorno:
puoi vedere il cuore dell’Italia Normanna a Venosa, il luogo in cui è nato Orazio, e il centro di cultura medievale. Durante il periodo Samnita, il centro è stato molto popolare e ricco con una propria armatura. Visita al Museo Archeologico, alla città, agli scavi romani e alla cattedrale normanna che non è ancora stata finita.


4° giorno:
guida lungo la costa verso Crotone al museo e visita gli scavi al sito degli antichi Sibari. Continua fino a Rossano, che è uno dei centri religiosi più importanti e grandi di Italia.


5° giorno:
Il museo di Crotone è stato fondato dai greci nel V secolo A.C. e più tardi la residenza dei Pitagora; l’antico santuario e il sito di pellegrinaggio di Hera Lacinia, vai poi al castello spagnolo di La Castella.

L'articolo prosegue subito dopo


6° giorno:
La basilica normanna e gli scavi alla Roncellata di Borgia hanno prodotto alcuni esempi delle statue romane che possono essere viste nel museo.

7° giorno:
una visita alla collina medievale di Gerace, con un panorama della costa e del mare dal belvedere. Esplora la città a piedi, compresa la cattedrale spagnola, l’edificio più grande della Calabria.

8° giorno:
vai verso le montagne, vai a Scilla, la casa del mostro del mare che ha terrorizzato vari naviganti. Visita il Museo a Reggio Calabria, i cui tesori comprendono i Bronzi di Riace.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*