Itinerari archeologici in Salento COMMENTA  

Itinerari archeologici in Salento COMMENTA  

Al Museo Diffuso di Cavallino, in un’area archeologica di 10 ettari si trovano tombe, strade, monumenti di un insediamento messapico di età arcaica.

A Vaste, antica città messapica, ci sono i resti delle mura megalitiche che delimitavano la città, e il Museo Archeologico della Civiltà Messapica.


Muro Leccese è la più grande città messapica del Salento. Le Centopietre di Patù, era in origine un monumento funebre costruito con 100 blocchi di tufo che provenivano dalla città messapica di Vereto. Nel medioevo è diventato una chiesetta paleocristiana.


A Lecce, si trova l’anfiteatro romano del II sec. dopo Cristo. Fu scoperto casualmente nel 1901 e riportato alla luce solo in parte. Da piazza Sant’Oronzo dirigendosi in via Augusto e svoltando in via Arte della Cartapesta, si arriva al teatro romano, scoperto nel 1929 e portato interamente alla luce nel 1999. Risale al I-II secolo dopo Cristo.


A Cavallino si trova un’importante area archeologica di età arcaica.

Nella valle della Cupa, ci sono iresti dell’antica e potente Rudiae, che fu prima messapica e poi romana.

L'articolo prosegue subito dopo

Si conservano tracce delle mura, tombe, strade ed edifici pubblici. La città decadde in seguito a favore della nascente Lupiae, cioè Lecce.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*