Itinerari suggeriti nel nord dell’Irlanda COMMENTA  

Itinerari suggeriti nel nord dell’Irlanda COMMENTA  

Anni di agitazione hanno reso il nord dell’Irlanda una zona vietata per molti turisti legittimamente. C’è stato un tempo in cui qualunque fosse la vostra prospettiva dei Problemi, guidare da queste parti poteva essere un po’ snervante. Ma i tempi sono cambiati, e mentre la regione ha ancora i suoi problemi, più visitatori si stanno prendendo il tempo per scoprire quest’area del mondo complessa ma gratificante.

Dal punto di vista del viaggiatore, il lascito di questi problemi è cosa rende questa terra interessante: il Nord è di gran lunga la più incontaminata parte dell’Irlanda. Anche oggi si può esplorare la bellezza senza tempo della Costa Antrim e la sua relativa pace e camminare al tramonto lungo la strada selciata del Gigante. Ma fatelo in fretta perché la parola sta venendo fuori.

Giorno 1 : Belfast

Trascorrete la mattina orientandovi, qualcosa che si fa meglio uscendo in strada e camminando. Potete facilmente vedere la maggior parte dei luoghi di interesse turistico di Belfast, fate un giro nel grande Municipio, fate shopping nei piccoli portici medievali, fermati a osservare gli straordinari mosaici sul soffitto della Cattedrale di Belfast. Pranzate nella Taverna Bianca, un pub vecchio di 300 anni dove potrete assaggiare il tradizionale spezzatino, le salsicce e il passato (salsiccia e patata passate) in un’ambientazione tradizionale.

Nel pomeriggio, prendete un Taxi Nero e fate il giro delle Cascate e delle strade di Shankill, questi giri uno di fronte all’altro delle aree dove i Problemi sono i più distruttivi, sono l’indimenticabile opportunità di sentire cosa è accaduto dagli abitanti del luogo.

Giorno 2 : Carrickfergus e la Costa Antrim

Il nobile Castello Normanno di Carrickfergus fa la guardia a 15 minuti di macchina da Belfast, e se andate lì come prima cosa durante la mattina e vi dirigete verso nord sulla strada A2, sarete nello scenario costiero pacifico in 20 minuti circa e cercate estesissime viste di costa scoscesa appena dopo la città di Ballygawley. Fermatevi nella piccola cittadina di Glenarm per visitare le mura del suo castello e entrate nelle sue costruzioni di pietra, poi andate a Carnlough, dove potrete camminare fino a una cascata prima di avere il tradizionale pranzo irlandese nel Londonderry Arms. Poi, guidate fino a Cushendun, per fotografare i suoi piccoli cottage e prendete una tazza i tè. Da lì, se non avete paura dell’altezza, seguite la segnaletica per la strada Torr Head Scenic fino a Murlough Bay per il panorama più spettacolare del giorno da un precipizio roccioso così alto che le nuvole gireranno intorno alle vostre caviglie. Trascorrete la notte nella Whitepark House che domina il bianco crescente della Baia del White Park.

L'articolo prosegue subito dopo

Giorno 3 : Ballintoy e the Headlans

Dopo una colazione che appaga l’anima, fate una passeggiata a passo svelto lungo la ripida collina fino alla Baia del White Park, e esplorate i fossili e le conchiglie mentre vi imbevete di aria marina, poi fate marcia indietro sulla A2 fino a Carrick A Rede Rope Bridge (ma attraversate il ponte solo se non avete paura dell’altezza). Dirigetevi di nuovo a nord, seguendo la segnaletica fino alla strada selciata del Gigante e trascorrete un’ora o più lì esplorando i suoi pilastri ottagonali. Pranzate a Ballintoy (o fate un pic-nic sulla spiaggia alla Baia di White Park) poi rilassatevi nella campagna oppure fate una gita pomeridiana nella Vecchia Distilleria Bushmills a Bushmills. Poi trascorrete un’altra notte a Whitepark House.

Giorno 4 : Derry

Dirigetevi verso l’interno lungo la A37 fino all’affollato litorale della città di Derry, circa 40 minuti di viaggio. Trascorrete la mattina vagando lungo le mura della città del XVII secolo, tenendo presente i panorami e la storia, e pranzate in un pub da Badger. Nel pomeriggio, trattenetevi per fare un po’ di shopping nella parte antica della città (soprattutto nel villaggio dell’artigianato di Derry), prendetevi il tempo per visitare il Museo della Torre e la Cattedrale di San Colombo, dove il mortaio di una conchiglia del XVII secolo ancora si trova sotto il portico. Nella sera, banchettate con bistecche da O’Brien, poi visitate i locali e imbattetevi nella tradizionale band irlandese al Mullan Bar.

Leggi anche

Estonia
Viaggi

Estonia: sette posti da vedere

Estonia: la Nazione, in pochi lo sanno, dell'avanguardia tecnologica e ambientale. Alla scoperta del bellissimo Paese baltico. Situata tra Russia, Mar Baltico e Lettonia l'Estonia è un paese che sta iniziando ad avere un'importanza turistica Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*