Itinerari turistici nel Salento COMMENTA  

Itinerari turistici nel Salento COMMENTA  

  1. Per prima cosa, non si può non iniziare dai palazzi e le chiese di Lecce e il suo centro storico. L’arte barocca e la pietra leccese danno al turista l’impressione di essere immerso in un tesoro di bellezza, grazie alla cura dei monumenti.
  2. Gustare i sapori della cucina salentina: i prodotti tipici come il pane, i pomodori secchi, l’olio di oliva.
    Rappresentano la forza delle materie prime che danno alle ricette quel carattere Mediterraneo. Raccomandiamo per esempio i pampacioni (cipolle selvatiche), o piatti come Ciceri e tria.
  3. Visitare le oasi protette delle Cesine: Le Cesine sono un’oasi protetta dal WWF dove è possibile vedere esemplari di flora e fauna mediterranea.
  4. Visitare l’entroterra: l’entroterra salentino è ricco di diversità linguistiche e culturali, come ad esempio la Grecìa salentina, un insieme di 9 comuni in cui si parla il Griko, una lingua che deriva dal greco antico, tramandata oralmente da secoli e parlata come lingua madre dalla popolazione più anziana.
  5. Visitare Otranto e Gallipoli: Otranto è una cittadina medievale sul mare, il cui castello domina il centro storico.

    Gallipoli è una città di pescatori, con un bellissimo centro storico e una splendida cattedrale.

  6. Fare il bagno nell’Adriatico e nello Ionio: da Porto Badisco a Torre vado, spiagge e grotte naturali lasciano senza respiro per la loro bellezza su entrambe le coste del Salento.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*