Itinerario per una vacanza ad Atene COMMENTA  

Itinerario per una vacanza ad Atene COMMENTA  

Atene è una grande capitale che si visita in una giornata: a dispetto delle dimensioni incredibili (si estende per decine di chilometri, tutti fatti di case basse e bianche), le cose da vedere sono infatti poche e ben raggruppate.

Atene ha beneficiato in maniera sostanziale dei lavori per le Olimpiadi: ha una metro bellissima ed efficiente, una grande rete di bus, un traffico molto minore di quello di Milano e, tutto sommato, anche una certa quantità di spazi verdi. E’ ben tenuta (almeno la parte turistica) e gli Ateniesi sembrano andarne fieri.

L’Acropoli: da bravo Italiano, abituato a Roma, Pompei e quant’altro, dico subito che è stata una parziale delusione. L’Acropoli di per se sarebbe bellissima, con la sua posizione dominante sulla citta, i marmi bianchissimi, il fascino di una cultura millenaria, ma… accusa davvero il peso delle pessime condizioni di conservazione. Il Partenone, già di per se martoriato e bombardato, è completamente ingabbiato in una cantiere che si preannuncia eterno: viene smontato pezzo-pezzo, ricostruito, direi che è un intervento necessario perché sta letteralmente cadendo a pezzi.

Il giro archeologico prosegue nell’acropoli bassa, con i due teatri (manco a dirlo, uno distrutto e uno ricostruito di sana pianta e utilizzato per spettacoli), la via Peripatetica, le belle mura.

L'articolo prosegue subito dopo

Nel costo del biglietto, avete anche l’ingresso al museo dell’Acropoli e l’ingresso ad altri templi e monumenti. Tra questi, vi consiglio il tempio di Zeus, un tempo enorme, ma di cui rimangono solo poche colonne. Da qui potete avere la migliore visuale dal basso dell’acropoli e scattare bellissime foto.
Se andate a visitare l’Acropoli in estate, ricordatevi un cappello, crema solare e tanta acqua, altrimenti potrebbe diventare un incubo. C’è da fare una piccola salita e in alto non troverete bar… lasciate a casa anche ciabatte e tacchi: occorrono scarpe con suola di gomma.
Piazze e vie di Atene: piazza Sintagma è la piazza principale: c’è il palazzo del Governo con i famosi Evzoni, le guardie in “minigonna” e pantofole che si muovono in maniera buffa… assolutamente da vedere il cambio della guardia.
Da qui, si prosegue verso Monastiraki, piazza ben diversa, caotica e dal fascino orientale, strapiena di taverne, turisti e venditori ambulanti: da qui si raggiunge, seguendo la folla, la zona della Plaka, composta da alcune vie in salita traboccanti di negozi di souvenir, bar alla moda e taverne. Tutto molto turistico, ma da vedere. Dalla plaka, si ha anche una bella visuale sull’Acropoli dal lato del tempio della Cariatidi.
Se vi avanzano un paio d’ore, fatevi il giro di tutte le stazioni delle nuove linee della metro: sono dei veri musei liberi, dato che vengono esposti i reperti che di volta in volta sono stati trovati scavando.
Se volete proseguire la vacanza in una delle numerose isolette e avete un traghetto la mattina presto, dormire al Pireo è una ottima soluzione, anche perché gli hotel costano poco e in 15 minuti di metro si è in centro.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*