J -Ax si scusa con Chef Rubio e Alba Parietti non ci sta

Gossip e TV

J -Ax si scusa con Chef Rubio e Alba Parietti non ci sta

In seguito ad alcune incomprensioni maturate tra i due, J-Ax si scusa con Chef Rubio, mentre la Parietti non ci sta e sembra essere risentita della situazione.

Le incomprensioni tra J-Ax e lo chef Rubio continuano a non placarsi e si accendono ogni giorno di più. Ci sono stati dei litigi tra i due e lo stesso J-Ax è stato criticto per aver parlato di bullismo e dell’hastag bullismo. Il rapper ha invitato lo chef a “spararsi”.

In seguito agli ultimi litigi e ad alcuni problemi tra i due, J-Ax ha chiesto scusa per alcune affermazioni fatte. J-Ax si scusa per delle cose sbagliate che ha detto dettate da incomprensioni e rabbia maturate nei suoi confronti.

Il rapper ha parlato di scuse e ammissioni sul suo profilo Twitter. Sul suo profilo ha parlato anche di popolarità dicendo che non è un mezzo adeguato per rendersi più forti ed essere insensibili proprio perché si hanno molte persone che ti seguono.

J-Ax racconta poi la sua esperienza di bullismo, in quanto è stato una vittima dei bulli di cui ha sofferto per tantissimo tempo.

Dal momento che gli attacchi nei suoi confronti sono stati troppi, non ce l’ha più fatta ed è scoppiato. Secondo lui, il modo migliore per rispondere ai bulli è ignorarli, ma non sempre è possibile. Spesso, sempre secondo Ax, la rabbia e la frustrazione prendono il sopravvento.

J-Ax, durante il suo sfogo su Twitter contro lo Chef Rubio, ha citato Alba Parietti. Ecco cosa ha detto Ax durante il suo sfogo:

“A zi ti chiami chef e manco sei uno chef. E’ come se Alba Parietti si facesse chiamare Al Naturale Parietti”.

Ovviamente Alba Parietti non ha gradito questi comportamenti, atteggiamenti da parte di Ax e si è arrabbiata. La Parietti ha definito i commenti inopportuni e non adatti, al punto da non averli trovati ironici. Secondo la Parietti, le battute devono fare ridere e non offendere.

Ecco il testo integrale dello sfogo di Ax su Twitter:

Ho utilizzato parole tristemente sbagliate per combattere la reale frustrazione di leggere continuamente odio rivolto verso la mia direzione.

Molti pensano che la popolarità funzioni da scudo, ma le persone sono fragili sempre. Non diventi immune dopo un certo numero di follower o di biglietti venduti. Io sono una vittima di bullismo, come ho scritto e cantato tante volte, e dopo aver visto per l’ennesima volta l’ennesimo attacco rivolto verso di noi (per il semplice fatto di esistere!) ho sbroccato in modo volgare e inaccettabile.

So che il miglior modo per rispondere al bullo (che più volte ci ha insultato e provocato prima di ieri) è ignorarlo, ma a volte la frustrazione supera la tua capacità di ragionare lucidamente. La prossima volta conterò fino a 10. Anche perché se continuo a fare gaffe su Twitter potrei rischiare di diventare il prossimo presidente degli Stati Uniti.

La stessa Parietti ha risposto per le rime dicendo:

Mio figlio mi manda questa frase di J-ax in difesa di Fedez… e per difendere l’amico, che farebbe meglio a farne a meno, oltre a fargli scherzi idioti, di questi interventi inopportuni, fa’ umorismo su di me.

Capisco faccia notizia, è la moda del momento. Benissimo, sono contenta di essere sempre il centro dei pensieri di chiunque sia, ma qualcuno spiega a questo gregge di pecore che le battute servono per far ridere non per offendere alla c… Civa la Litizzetto, lei può dire ciò che vuole. Per fare satira ci vuole cultura e intelligenza. Essere un cafone non basta. Mono neurone, spero sia alterato perché ha bevuto se no davvero per tanta scemenza. Non c’è speranza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche