Jake la Furia: le strofe con cui è diventato un mic assassins
Jake la Furia: le strofe con cui è diventato un mic assassins
Musica

Jake la Furia: le strofe con cui è diventato un mic assassins

Il 25 febbraio ha compiuto 38 anni.
Stiamo parlando di Francesco Vigorelli, alias Jake La Furia, storico componente del gruppo rap milanese Club Dogo, che si è dato alla carriera da solista collaborando con i più importanti rapper della scena italiana.
Nato da una famiglia di amanti della musica e dal padre direttore artistico e pubblicitario , inizia la sua passione per il rap scrivendo sui muri con il tag Fame. Nel 2001, dopo altri sodalizi musicali, Jake e Gué Pequeno formeranno assieme a Don Joe (che aveva già preso parte al loro EP) il gruppo Club Dogo, con cui entrerà a pieno nella scena rap musicale italiana.

Il successo

Francesco cambiò il nickname Fame in Jake La Furia, in tributo al personaggio Jake the Muss (Jake “La Furia”) del film Once Were Warriors . I migliori successi si possono ascoltare negli album Mi fist del 2003, Penna capitale, Vile denaro, Dogocrazia del 2009, Che bello essere noi, Noi siamo il club e Non siamo più quelli di Mi fist.

L’ultimo annuncia la voglia di provare una carriera da solista, che parte dal 2013 con Musica Commerciale e Fuori da qui dell’anno scorso, con il singolo omonimo inciso con Luca Carboni.

Le collaborazioni che si ricordano sono quella del 2013 con Gué Pequeno Easy Boy , nel 2015 con Vacca Dog Setter e l’ultima del 2016 con Emis Killa , Non è facile.

Non ci rimane che augurargli altri successi anche nel 2017!!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche