Jim Shepard in libreria COMMENTA  

Jim Shepard in libreria COMMENTA  

Un’esclusiva di 66thand2nd, che ha selezionato e raccolto in un unico volume alcuni tra i migliori racconti dello scrittore americano.

collana Attese a cura di Tim Small postfazione di Eraldo Affinati – pagine 248

«Sai come si dice, no?» ha fatto Kolesniak nel buio, dall’altro lato della tenda.

«Il buonsenso deriva dall’esperienza, e l’esperienza deriva dalla mancanza di buonsenso».

Gli «antieroi» di Shepard bramano le sfide e i traguardi sportivi per sciogliere i nodi irrisolti delle loro esistenze, i traumi che hanno vissuto in famiglia. Dieci storie in cui si alternano scenari molto diversi, accomunati però da una forte tensione emotiva che si sprigiona da vicende e personaggi comuni capaci di far risuonare i più ampi rivolgimenti storici collocati sullo sfondo.

Assistiamo così alla nascita del «calcio totale» attraverso lo sguardo disincantato del difensore Velibor Vasovic, sbarcato dalla Jugoslavia di Tito nell’Olanda della liberazione sessuale.
Un pilota di idrovolanti visita il fiordo di Lituya Bay, in Alaska, teatro del più violento tsunami della storia. Tre yankee scombinati per sbarcare il lunario sono costretti a firmare un contratto con una squadra di baseball a Cuba e finiscono nel bel mezzo della rivoluzione dei Barbudos. I fratelli Prushinsky rivivono la notte del disastro alla centrale nucleare di Chernobyl. Un gruppo di alpinisti polacchi spericolati tenta la scalata invernale del Nanga Parbat, una delle vette più alte del mondo.


Jim Shepard
Nato nel 1956, è considerato uno degli scrittori più raffinati e versatili della letteratura nordamericana. Maestro della short story contemporanea, ha pubblicato quattro raccolte di racconti e sei romanzi, tra cui il pluripremiato Project X, ispirato alla strage di Columbine, e Nosferatu, un viaggio nell’arte visionaria del cineasta del muto F.W. Murnau. I suoi racconti sono apparsi su numerose testate, dal «New Yorker» a «Harper’s», dalla «Paris Review» a «Vice». Con Like You’d Understand, Anyway, la sua terza raccolta, è stato finalista al National Book Award e si è aggiudicato lo Story Prize.

L'articolo prosegue subito dopo


Jim Shepard on Researching Stories – guarda il video…

sull’autore
«Shepard fa tante cose che si trovano raramente nei racconti, ci regala personaggi in carne e ossa che lasciano il salotto e volano, osano, esplorano, cercano… È il migliore che abbiamo».
Dave Eggers

«Jim Shepard, come il miglior Richard Ford, incolla la lente d’ingrandimento sui grovigli interiori delle sue creature… Le osserva con formidabile scrupolo scientifico, cocciuta precisione chirurgica, strenua volontà conoscitiva».
dalla postfazione di Eraldo Affinati

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*