Jumanji: le curiosità sul film anni '90

Jumanji: le curiosità sul film anni ’90

Cinema

Jumanji: le curiosità sul film anni ’90

Jumanji

Jumanji sarà sempre ricordato come il film cult degli anni '90: la sua ambientazione magica ha conquistato milioni di spettatori.

Jumanji è stato tratto dall’album illustrato per bambini di Van Allsburg del 1981. Il regista Joe Johnston ha pensato dieci anni più tardi, nel 1995, di riproporlo in film con un cast d’eccezione, tra cui Robin Williams e Kirsten Dunst, agli esordi prima di diventare famosa.

La storia

La storia racconta di due bambini che sepelliscono sotto terra la scatola di uno strano gioco, trovata 100 anni dopo da Alan e Sarah che ne iniziano il gioco e fanno scaturire dalla scatola questo arcano potere.
Infatti il ragazzo ne viene risucchiato e 26 anni dopo due bambini che sono andati a vivere nella stessa villa, trovano la scatola e ne riaprono il gioco con il classico rullo di tamburi.
I ragazzi si inseriscono a propria insaputa nella partita che Alan e Sarah avevano iniziato tanti anni prima e scoprendo anch’essi le caratteristiche che avevano spaventato i precedenti giocatori. Ricompaiono tutti gli animali : uno sciame di zanzare giganti e un branco di scimmie.

Peter, il nuovo giocatore, fa un secondo tiro che ha come risultato 5; i ragazzini sono attaccati da un leone della savana, ma il numero 5 libera dal gioco anche Alan, ormai adulto, che dopo un duello con la bestia, riesce a chiuderla in camera da letto.

Peter a metà del gioco tenta di barare in buona fede ma viene punito dal gioco stesso, cominciando lentamente ad assumere sembianze scimmiesche. I tre si trasferiscono in città ma incontrano colui che vuole privarli del gioco, Van Pelt, che riesce a sottrarglielo.L’arrivo tempestivo di Alan e Carl, un amico entrato nel gioco e arrivato in supporto, in auto mette fuori gioco il cacciatore. Alla fine, dopo altre avventure e fughe tra animali veri ed evocati, tutto ciò che è stato creato e distorto dal gioco viene risucchiato in un vortice e un Alan bambino si ritrova abbracciato a Sarah tornato nel 1969.
La sera stessa Alan e Sarah decidono di buttare il gioco nel fiume e liberarsene.

Il film si conclude con un’ altra coppia di bambini che, giocando in spiaggia, si avvicinano incuriositi ad una scatola che emerge dalla sabbia.

I premi vinti

Il film è stato ben accolto dalla critica: ha incassato in tutto il mondo 65 milioni di dollari. A solo un anno di distanza nel 1996 ha vinto il Saturn Award per Miglior attrice non protagonista a Bonnie Hunt e Migliori effetti speciali a Stan Parks, con altre nominations come Miglior film fantasy, migliore attore protagonista per Williams e Migliore Attrice esordiente per Kirsten Dunst.
L’atteso sequel era previsto per Natale 2016, ma qualche mese prima è stato posticipato al Luglio di quest’anno.
Siamo quindi tutti in attesa di vedere come verrà continuato il gioco, intanto vi riproponiamo qui il trailer originale!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Babbo Natale
Cinema

I migliori film con Babbo Natale

16 novembre 2017 di Notizie

Ogni anno, nel corso delle festività, vengono proposti molti film con Babbo Natale. Quest’ultimo è un simbolo, e dunque in un film che riguarda il Natale non può che esserci lui tra i personaggi principali.