Jumbo Stay, l'ostello nato sulla pista dell'aeroporto - Notizie.it

Jumbo Stay, l’ostello nato sulla pista dell’aeroporto

Viaggi

Jumbo Stay, l’ostello nato sulla pista dell’aeroporto

7a

C’è chi non riesce a dormire in aereo e chi…..prenota l’aereo per una notte o per una cena. Non stiamo parlando di persone ricche con l’aereo personale, ma di vecchi aerei in disuso trasformati in hotel o ristoranti e non necessariamente di lusso. In Svezia, nell’aeroporto di Stoccolma-Arlanda, su una pista non più utilizzata a 15 minuti dal terminal principale, un Jumbo 747 è stato trasformato nell’ormai famosissimo Jumbo Stay, un ostello in cui si può scegliere dal più economico dormitorio a 4 letti per maschi o femmine con prezzi che variano dai 41 ai 47 euro a notte, fino alla suite matrimoniale posta nella cabina di pilotaggio al costo di 165 euro a notte. Nelle camere frequentate da single, coppie, famiglie e uomini d’affari, Tv con schermo piatto e connessione wi-fi Un po’ meno a buon mercato è l’Hotel Costa Verde collocato nella giungla del Costa Rica, ricavato in un Boeing 727 sulle cui ali sono state installate due suite in legno, costa 278 euro a notte.

Più caro e con una storia più antica è l’olandese Hotel Honecker a 360 euro a notte. In Italia, a Roma un’alternativa più semplice, il Ristoaereo di Fiumicino, ha un menù raffinato a base di cucina mediterranea con pasta fresca e pane realizzati in loco. Come sempre noi ci distinguiamo per il “gusto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche