Juncker, Brexit non è vittoria dei patrioti COMMENTA  

Juncker, Brexit non è vittoria dei patrioti COMMENTA  

Juncker

Jean Claude Juncker di nuovo contro la Brexit: vittoria dei retro nazionalisti, secondo il presidente della Commissione UE, non dei patrioti.

L’intervento di Jean Claude Juncker alla Plenaria a Strasturgo punta di nuovo il dito contro la Brexit.

Leggi anche: Obama, il mondo vuole un’Europa unita


La vittoria del Leave è stata ottenuta da “eroi tristi”, persone che hanno deciso di abbandonare la nave nel momento di maggiore difficoltà. “I radiosi eroi della Brexit di ieri” ha dichiarato Juncker “oggi sono eroi tristi.

Leggi anche: Brexit: Corbyn, noi decisivi per restare. Capo laburista in campo per referendum, stranieri non sono nemici

Chi ha fatto sì che si arrivasse a questo punto sta lasciando uno dopo l’altro il palcoscenico. Sono retro-nazionalisti, non patrioti. I veri patrioti non lasciano la nave in difficoltà”.

La libertà di movimento, secondo Juncker, è un presupposto fondamentale del mercato unico.

Non si può avere il mercato unico senza assicurare le quattro libertà, tra cui quella di movimento“. Juncker ha voluto sottolineare la correttezza del l’impostazione generale UE. “Crescita e occupazione erano già le nostre priorità dall’epoca del mio insediamento” ha evidenziato il presidente della Commissione, e “le priorità non vanno riviste.

L'articolo prosegue subito dopo

Mi rifiuto di rivedere tutto. Non è il momento di rivedere i Trattati ma di applicare quanto deciso, accelerare le riforme, non cambiarne contenuto”.

Leggi anche

incendio-usa
Esteri

Incendio durante rave party in Usa, oltre 30 morti

Un violentissimo incendio è divampato durante un rave party in un capannone nella città californiana di Oakland, Usa. Mentre era in corso la festa le fiamme hanno rapidamente avvolto la struttura provocando la morte di molte persone,  quelle accertate ma con tutta probabilità oltre 30, forse 40, secondo fonti della polizia che ha affermato, 'siamo pronti al terribile scenario di una strage'. Inoltre sono state avviate le indagini per incendio doloso, anche se al momento rimangono aperte tutte le piste, compresa quella dell'incidente e non vi sono indagati certi. Sembra inoltre che nell'edificio non vi fosse alcun impianto antincendio. Quando Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*