Juve: Buffon allarmato dagli avversari, ‘ho paura’

Calcio

Juve: Buffon allarmato dagli avversari, ‘ho paura’

Gigi Buffon è preoccupato per la competitività della sua squadra. Il portiere della Juve ha lanciato un avvertimento poichè, visto il rafforzamento dei club rivali, aprirsi la strada verso la vetta della classifica potrebbe non essere un’impresa semplice. Squadre come Napoli e Fiorentina hanno negli ultimi anni evoluto il loro calcio giocato; il Milan, pur senza eclatanti acquisti, sarà ancora molto competitivo mentre l’Inter, oltre al nuovo allenatore, avrà una base di partenza molto solida formata da giocatori giovani e importanti.

Nonostante la difficoltà del prossimo campionato, Buffon si è però detto entusiasta della sua ‘nuova’ squadra, così come è stata costruita da Conte, Marotta e Paratici: una squadra più forte e che ancora prima di partire ha già fatto enormi passi avanti, soprattutto grazie all’acquisto di Tevez. “L’acquisto di Tevez è stato un bel segnale da parte della società. Carlos è uno di quei giocatori che spostano gli equilibri e il fatto che un campione come lui abbia preso in considerazione la Juve ha reso orgogliosi anche noi giocatori – ha spiegato il portiere – Evidentemente, se ha fatto questa scelta, significa che abbiamo fatto qualcosa di importante anche a livello europeo.

I nuovi acquisti si sono già integrati bene nel gruppo e non si tirano indietro quando c’è da correre e da sudare.

Hanno un ottimo atteggiamento”. Senza dimenticare nuovi importanti ingressi come Paul Pogba, che secondo Buffon è un giovane con la testa sulle spalle: “E’ un giocatore con qualità eccelse, fuori dalla norma, un ragazzo gioioso, cui piace fare il proprio mestiere”. Anche se il Campionato rimane l’obiettivo principale, non è da escludere anche una Champions League ai primi posti anche se in questo caso, secondo buffon, le favorite saranno “il Bayern e il Barcellona, che con l’arrivo di Neymar si è rinforzato molto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche