Juventus-Bercellona, Rakitic teme i bianconeri: "Non hanno difetti"

Juventus-Barcellona, Rakitic teme i bianconeri: “Non hanno difetti”

Calcio

Juventus-Barcellona, Rakitic teme i bianconeri: “Non hanno difetti”

Juventus-Bercellona, Rakitic teme i bianconeri: "Non hanno difetti"
Juventus-Bercellona, Rakitic teme i bianconeri: "Non hanno difetti"

Il centrocampista croato del Barcellona Ivan Rakitic si racconta in vista della prossima sfida di Champions League con la Juve: “Sarà una sfida complicata”.

Il conto alla rovescia è partito da un pezzo. E ha messo il turbo. Ci siamo quasi. Il quarto di finale di Champions League che vede sfidarsi Juventus e Barcellona è quasi alle porte. Ed è proprio in vista di questa sfida che il blaugrana Ivan Rakitic si racconta. E lo fa ai microfoni de La Gazzetta dello Sport.

“Conosco molto bene gli italiani – esordisce Rakitic – A voi piace lasciare la pressione agli altri. Se la Juve è una squadra in crescita? Da quanti anni, ormai, vince la Serie A? Solo due anni fa, era in finale di Champions. Quando si parla di calcio italiano, la Juve è un punto di riferimento ben preciso. O, almeno, lo è per me. Ma posso estendere il concetto anche parlando di calcio europeo. Ha una storia incredibile alle spalle.

Oggi è tra i 10 migliori club al mondo. Ovviamente, si tratta di una squadra difficile da affrontare, perchè è abituata a vincere. Ce l’ha proprio nel dna. Sarà una sfida complicata per noi”.

E riguardo al calciomercato? Le domande si sprecano, soprattutto perchè, nei mesi scorsi, avevano inglobato proprio il nome di Rakitic al centro delle news in casa Juventus. E, a tal proposito, alcune indiscrezioni piuttosto curiose erano state lanciate dal quotidiano britannico The Sun. “Tutto quello che si è detto sulla chat di WhatsApp, con Mandzukic, Dani Alves e Pjaca, non esiste. L’unica cosa vera è che vado molto d’accordo con Dani Alves”.

Infine, l’ultimo cappello in vista dell’imminente match con la Vecchia Signora: “Non riesco a vedere difetti nella Juventus. E’ piuttosto evidente che da anni, ormai, ha le idee molto ben chiare. Perchè è una squadra nella quale le cose non accadono per caso. Proprio per questo, sarà dura.

I bianconeri sanno giocare sotto pressione. Anche in questa circostanza, non perdono mai la testa. Se vanno in vantaggio, sanno cosa fare. E’ una squadra decisamenete completa e candidata alla vittoria in ogni competizione”.

Ivan Rakitic

Ivan Rakitić nasce a Möhlin, Croazia, nel 1988. Il calciatore croato ha la cittadinanza svizzera e svolge il ruolo di centrocampista nel Barcellona e nella Nazionale croata. Viene soprannominato Rakete che, in italiano, significa “razzo“. Nel 2007, compare come l’unico croato inserito nella lista dei 50 migliori giovani stilata dal celebre mensile inglese World Soccer. Rakitic è da tutti riconosciuto come un talentuoso centrocampista. Il britannico The Independent lo giudica addirittura uno dei “più sottovalutati al mondo”. Per gli spagnoli di Marca, inoltre, è un “todocampista”, ovvero ottimo a impostare il gioco prima di inserirsi in area.

Il 16 giugno 2014, il Barcellona ufficializza l’accordo con il centrocampista croato per 20 milioni di euro. Il contratto è di 5 anni.

Il 24 agosto, esordisce in Campionato contro l’Elche. I blaugraa vincono per 3-0. Il 17 maggio 2015, con la vittoria esterna contro l’Atlético Madrid, conquista il suo primo Campionato spagnolo. Il 30 maggio, si aggiudica la sua prima Coppa del Re, grazie al 3-1 contro l’Athletic Bilbao. Il 6 giugno, infine, conquista la finale di Champions League, mettendo la palla in rete nella vittoria 3-1 sulla Juventus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche