Juventus-Inter: precedenti e probabili formazioni - Notizie.it
Juventus-Inter: precedenti e probabili formazioni
Calcio

Juventus-Inter: precedenti e probabili formazioni

Il sottotitolo Derby d’Italia è stato spazzato via da Calciopoli e da tutto quello che ne è conseguito ma nulla potrà togliere il fascino e l’adrenalina che una partita del genere è in grado di sprigionare, meglio ancora se in una cornice come quella dello Juventus Stadium che fa registrare l’ennesimo sold out. E se il destino non ha ancora voluto che, dopo i fattacci del 2006, le due squadre tornino a duellare direttamente per lo scudetto, quest’anno le parti sono invertite: nelle precedenti stagioni era la Juve a dover travestirsi da guastafeste nella corsa al primato dei nerazzurri quest’anno è l’Inter a dover parzialmente salvare la stagione con una prova d’orgoglio. E magari togliere un pezzo di sogno tricolore alla Juve: per consegnarlo al Milan…

Juventus: dalla depressione del post-Genoa, tra porte stregate e polemiche arbitrali, al Nuovo Paradiso in due atti, Fiorentina e Milan. Sette reti in 210’ hanno scacciato le streghe e fatto tornare l’entusiasmo: certo le difficoltà dei viola hanno rappresentato un valido aiuto, ed il secondo tempo in Coppa è stato troppo sofferto e per fare in modo che i quattro punti da recuperare facciano meno paura serve battere un’altra squadra in crisi.

Un’Inter di cui comunque è meglio non fidarsi: per la vecchia storia dell’orgoglio ferito ma pure perché, dal punto di vista tattico, i bianconeri hanno mostrato di soffrire avversari chiusi a riccio, come dovrebbe fare un’Inter alla caccia sì di una forse inutile svolta ma decisa soprattutto ad evitare un’altra scoppola. Conte non cambia la formazione: Barzagli recupera ma va in panchina, l’unica novità è Caceres per lo squalificato Lichtsteiner. Davanti torna titolare Matri con l’ispiratissimo Vucinic. Indisponibili: nessuno. Squalificati: Lichtsteiner.

Inter: Chievo ed Atalanta. Sono le uniche due squadre che non sono riuscite a battere la squadra di Ranieri da febbraio in poi. Un dato agghiacciante che sembrerebbe orientare in maniera univoca il pronostico ma alla loro prima allo Juventus Stadium Zanetti e compagni dovranno tirare fuori almeno una prestazione d’orgoglio anche se il “rischio” è quello di agevolare la corsa scudetto dei cugini, con conseguente sorpasso nella lotta tutta cittadina sul numero dei titoli nazionali in bacheca.

Servirà davvero un’impresa, però, perché tanto sul piano della corsa che su quello dell’entusiasmo le due squadre viaggiano su binari opposti. Ranieri s’affida ad un 4-4-2 scolastico ma inevitabile, squadra corta e coperta che punta sulle ripartenze e sulla c orsa di Zanetti ed Obi mentre davanti torna titolare Forlan a discapito di Pazzini. Indisponibili: R. Alvarez, Guarin, Sneijder. Squalificati: nessuno.

Precedenti: inutile ripartire dalla partita delle partite, da quella che ha rispolverato una rivalità sopita da anni (magari da quel 9-1 in cui esordì Mazzola ed in cui l’Inter schierò i ragazzi come forma di protesta per il rifacimento di una sfida vinta sul campo), a quel 26 aprile ’98 madre di tutte le tensioni tra Inter e Juve anche in proiezione Calciopoli. Juve-Inter non sarà mai una partita banale innanzitutto perché è quella che vanta più precedenti nella storia del girone unico, essendo mancata solo una volta, nel 2006-2007: il bilancio parla di 78 partite totali a Torino con 54 vittorie bianconere, solo dieci interiste e quattordici pareggi.

Un computo fin troppo sbilanciato visto il lignaggio interista ma l’ultimo blitz nerazzurro risale al 20 aprile 2005, una delle due sole vittorie nelle ultime quindici apparizioni: decise un gol di Cruz e sempre l’argentino fissò l’1-1 del 4 novembre 2007, nella prima sfida del dopo-Calciopoli. Lo scorso anno successo di misura della Juve, 1-0 il 13 febbraio 2011 con gol di Matri, il bis di quanto visto la stagione prima, il 5 dicembre 2009, un 2-1 impreziosito dalla gemma di Marchisio.

Probabili formazioni. Juventus: Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini, De Ceglie; Vidal, Pirlo, Marchisio; Pepe, Matri, Vucinic. Inter: Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Nagatomo; Zanetti, Poli, Stankovic, Obi; Milito, Forlan.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche