Juventus-Real Madrid: ecco le probabili formazioni

Sport

Juventus-Real Madrid: ecco le probabili formazioni

juventus-real madrid
Juventus-Real Madrid: ecco le probabili formazioni

Juventus-Real Madrid quasi pronte per il fischio di inziio. vediamo quali potranno essere le probabili formazioni scelte dai mister Allegri e Zidane

Juventus-Real Madrid a meno un giorno dalla sfida decisiva per la conquista della Champios League e già si parla di formazioni. Ventidue uomini in campo che si daranno battaglia per conquistare la cosidetta “coppa dalle orecchie grandi”. Da una parte la voglia degli uomini di Massimiliano Allegri di centrare il “triplete” dopo aver vinto campionato e Tim Cup e dall’altra i blancos, forti della loro storia e di una presopopea unica, allenati dal tecnico Zinedine Zidane, tra l’altro un ex giocatore dei piemontesi.

Partiamo dalla squadra italiana. Mister Allegri proseguirà con il suo schieramento tatticamente messo in campo con il modulo 4-2-3-1. Un modulo che si è modificato nel corso del campionato dopo qualche balbettio di troppo in alcune gare. Grazie a questa novità la squadra di Torino ha iniziato a vincere lasciando le briciole alle squadre avversarie.

Chiaramente il portiere sarà Gianluigi Buffon. Una sicurezza vera e propria che ha saltato qualche gara in campionato mentre in Tim Cup era stato sostituito dal secondo Neto.

Il portierone della Nazionale Italiana è una certezza e, nonostante l’avanzare dell’età, continua ad essere il migliore al mondo. Un successo bianconero in Champions League potrebbe permettergli di vincere il pallone d’oro quale miglior giocatore della stagione 2016/2017: solamente ad un numero uno nel passato è accaduto, si tratta del russo Lev Jascin.

In difesa i quattro gladiatori bianconeri saranno, da destra a sinistra, Barzagli, Bonucci, Chiellini e Alex Sandro. In pratica la retroguardia della Nazionale Italiana più un brasiliano che sa coprire l’esterna di sinistra ma anche di inserirsi in area avversaria. Attenzione e dedizione al lavoro sono le caratteristiche principali per i centrali juventini capaci, anche, di segnare qualche gol soprattutto di testa sulle azioni d’angolo.

A fare da schermo alla zona difensiva ecco Sami Khedira e Miralem Pjanic, la giusta cattiveria del primo ma anche le punizioni perfette del secondo. Certamente entrambi sono elementi che possono creare la superiorità numerica in fase offensiva ed aiutare i compagni d’attacco con inserimenti in area (soprattutto il tedesco).

Davanti i quattro dell’Ave Maria.

Dietro al centrale la saggezza di Dani Alves, l’impeto di Dybala e la forza fisica di Mandzukic. Il tutto per servire palloni giocabili all’arciere Higuain. Un reparto molto vario e sicuramente pericoloso per gli avversari. Probabilmente il meglio che possa esserci nel nostro paese.

E veniamo al Real Madrid dell’allenatore Zidane. Il portiere è Keylor Navas, estremo difensore della Nazionale di Costarica, molto abile tra i pali, meno in uscita. Non sempre però appare sicuro anche perché non può contare su un reparto difensivo di grandissimo valore. Probabilmente un reparto difensivo non da top team. Nel 4-3-1-2 del tecnico francese la difesa si basa sull’esperienza del centrale Sergio Ramos capace anche si mettere nella porta avversaria palloni importanti.

Al suo fianco ecco Varane mentre sulle fasce ci sono a destra Carvajal e a sinistra Marcelo. Soprattutto quest’ultimo è un elemento che può diventare pericoloso con la sua velocità e i suoi traversoni quasi sempre precisi.

Difensivamente parlando è tignoso anche se non sempre pulito e preciso. Carvajal invece non spinge con altrettanta velocità e probabilmente è maggiormente predisposto alla fase difensiva.

Modric, Casemiro e Toni Kross sono i centrocampisti che uniscono capacità nel portare palla, intelligenza tattica e predisposizione negli inserimenti offensivi. Modric inoltre è bravo pure nelle conclusioni dalla distanza. Evidentemente tutti alla fine finiscono per giocare soprattutto per un elemento, Cristiano Ronaldo, cercando di servirlo al meglio e creandogli i giusti spazi di manovra.

Francisco Isco appare favorito su Bale per il ruolo di trequartista anche se con Ancelotti era arretrato parecchio nel raggio d’azione andando quasi a fare il difensore. Tecnicamente è molto valido nello stretto e nei calci dalla distanza verso la porta avversaria.

E veniamo all’attacco. Il duo non può che non essere Benzema e Cristiano Ronaldo. Il francese unisce potenza a bravura tecnica in mezzo all’area di rigore. Non sempre è preciso ma ha uno score invidiabile di una rete ogni due partite giocate con la casacca dei blancos.

Su CR7 è già stato detto tutto: corsa, conclusioni da fuori area, punizioni battute al bacio e colpi di testa spesso precisi. E’ lui l’uomo in più di questa formazione. L’elemento che può davvero spezzare la sfida a favore del Real Madrid.

Ricapitolando ecco le probabili formazioni:

JUVENTUS: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro, Khedira, Pjanic, Dani Alves, Mandukic, Dybala, Higuain

REAL MADRID: Navas, Carvajal, Varane, Ramos, Marcelo, Modric, Casemiro, Kroos, Isco, Benzema, Cristiano Ronaldo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche