Juventus Stadium candidato a due “oscar” COMMENTA  

Juventus Stadium candidato a due “oscar” COMMENTA  

Forse nessuno lo sapeva, ma esistono anche gli oscar per gli stadi. Le statuette non sono destinate soltanto ad attori e calciatori, ma anche agli impianti che ospitano eventi sportivi.

Leggi anche: Capodanno in piazza: ecco i più grandi eventi della notte di San Silvestro

E quello della Juventus, nato sulle ceneri del vecchio Delle Alpi nell’area della Continassa a Venaria Reale, è candidato a vincere due oscar nelle categorie “Guest Event of the Year Award” e “New Venue Award”.

Leggi anche: Meteo: a dicembre temperature di 2,5 gradi sopra la media, è allarme smog

La manifestazione “The Stadium Business Summit” è giunta alla sua terza edizione e si svolgerà dal 14 al 16 maggio a Torino. La premiazione, che vede in gara per l’Italia anche Maurizio Francini, capo della sicurezza dello stadio della Fiorentina, nella categoria “Safety & Security Award” e l’azienda Nussli Italia nella categoria “Architecture & design”, avverrà il 15 maggio, in una serata di gala al Museo dell’Automobile sempre nel capoluogo piemontese.

Gli ultimi a vincere il premio come “Guest Event of the Year Award” sono stati gli U2 grazie al loro 360° Tour mentre le edizioni precedenti avevano visto protagonisti gli impianti di Dublino e Barcellona.

Leggi anche

martello
Torino

Tragedia a Torino: uccide la moglie con un martello prima di impiccarsi

Un uomo di 69 anni ha ucciso la moglie 72enne con un martello, poi si è suicidato. All'origine del gesto, un debito contratto all'insaputa della famiglia. Un cruento omicidio-suicidio scaturito da un dramma della povertà: è quanto avvenuto, con ogni probabilità nella notte tra il 20 e il 21 ottobre, a Torino, nel quartiere Santa Rita. Le vittime sono Natalina Montanaro, 72 anni, e Francesco Tonda, 69, che vivevano da soli in un appartamento in Corso Orbassano 376: a scoprire i cadaveri, nelle prime ore della mattinata, il figlio della coppia, allarmato da alcuni SMS inviatigli dal padre. È stato Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*