Keira Knightley e la paura di perdere i capelli COMMENTA  

Keira Knightley e la paura di perdere i capelli COMMENTA  

Keira Knightley e la paura di perdere i capelli
Keira Knightley e la paura di perdere i capelli

Keira Knightley è conosciuta per la sua bellezza naturale, sia sul red carpet che al cinema. Ma quando si tratta della vita di tutti i giorni, le cose sono un po’ diverse.

“Ho tinto i miei capelli così tante volte, a causa di diversi ruoli che ho dovuto interpretare nei film, che ora ho il terrore che mi cadano e di perderli“, ha raccontato l’attrice a InStyle UK in una intervista che ha rilasciato da poco tempo. Per questo, negli ultimi anni ho usato delle parrucche, una delle cose migliori per i miei capelli.

Leggi anche: Come disegnare i capelli: le trecce


Keira Knightley, l’attrice che tutti quanti noi abbiamo imparato a conoscere in film come Anna Karenina, Pride and prejudice e molti altri, ha paura di perdere i capelli, in seguito alle diverse tinture a cui ha sottoposto il capello, per interpretare i vari personaggi nei suoi film. Una paura che lei blocca mettendo e usando delle parrucche che possano aiutare i capelli a non cadere e a non trasformare il suo incubo in realtà.

Leggi anche: Come fare shatush capelli scuri


Keira ha avuto un taglio di capelli corto biondo in uno dei suoi primi film, Sognando Beckham nel 2002 prima di cambiare ancora look in Elizabeth Swann nella serie dei Pirati dei Caraibi accanto a Johnny Depp e Orlando Bloom.


 

Leggi anche

Style

Transgender famosi e poco conosciuti

Il termine "transgender" è molto di moda oggi: quale significato, persone classificabili, lista dei più famosi e conosciuti al mondo, nomi non popolari Il termine transgender è diventato di grande moda, spesso se ne sente parlare ma, in effetti, nessuno ha ben chiare le idee dato che anche nella lingua italiana sono differenti i significati del termine a seconda del contesto in cui si utilizza la parola. Per quanto concerne la sua origine etimologica, è da ricondursi al movimento LGBT, nato negli USA intorno ai primi anni ‘80, per indicare un movimento di stampo politico che avversa la logica eterosessista Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*