Kenya, psicosi attentati: 1 morto nella calca COMMENTA  

Kenya, psicosi attentati: 1 morto nella calca COMMENTA  

E’ passata una settimana dal giorno in cui si è verificata la tragica strage a Garissa, e nel Kenya si è ormai diffusa la psicosi attentati. Nella giornata di ieri presso l’Università di Nairobi c’è stata l’esplosione di un trasformatore elettrico che ha scatenato il panico. Intorno alle quattro del mattino alcuni studenti del campus, temendo che si trattasse di un altro attentato terroristico, sono fuggiti dai loro alloggi e fra di essi c’è stato anche qualcuno che si è lanciato dalle finestre del sesto piano dell’edificio. La calca formatasi in seguito alla fuga terrorizzata dal campus ha travolto e ucciso uno studente e provocato il ferimento di altri 150 ragazzi.


L’attentato di Garissa ha lasciato un ricordo tragicamente indelebile nella mente dei kenyani, per questo i poveri studenti hanno temuto che l’esplosione fosse opera dei fondamentalisti somali, che hanno minacciato il Kenya di nuovi attacchi terroristici e l’inizio di una guerra terribile e lunga.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*