Kindle per bambini: i migliori e quali scegliere sul web COMMENTA  

Kindle per bambini: i migliori e quali scegliere sul web COMMENTA  

Kindle per bambini: i migliori e quali scegliere sul web
Kindle per bambini: i migliori e quali scegliere sul web

Acquistare un kindle per bambini può essere unottima idea per fare un regalo originale. Ma come scegliere? Ecco una guida completa

L’abbondanza di proposte è di solito un aspetto positivo, però può disorientare, perciò è bene raccogliere quante più informazioni possibili, prima di acquistare un lettore digitale per i più piccoli. Gli e-reader non sono tutti uguali. Le caratteristiche in base a cui scegliere sono tante e non sempre ciò che va bene, o è ottimale, per gli adulti, va bene anche per i bambini. Ecco una breve guida su come scegliere un e-reader per bambini.

E-book reader: le caratteristiche principali dei dispositivi in commercio

Se si tratta di acquistare un e-book reader, è giusto partire dalle caratteristiche base di questi dispositivi. Fra i modelli per adulti e quelli per bambini, da questo punto di vista, non cambia nulla, perciò si può affrontare la questione con un discorso generale su quali siano le principali caratteristiche da tenere in considerazione quando si deve scegliere un lettore digitale.

  • Lo schermo. Per quanto riguarda lo schermo, si parla in primo luogo di risoluzione. E’ importante che il testo sia ben definito, senza sfocature di alcun genere o tremolii. La qualità dello schermo è rappresentata dai PPI, i punti per pollici che indicano, appunto, la risoluzione. A un numero maggiore di PPI corrisponde una qualità maggiore.
  • Gestione della luminosità. Alcuni e-reader (ormai quasi tutti, a dire la verità) sono dotati di un sistema di illuminazione diretta dello schermo, in maniera da consentire la lettura anche al buio. I dispositivi più evoluti e costosi hanno in aggiunta anche un sistema di gestione automatica della luminosità (la luce si regola in base alle condizioni in maniera del tutto autonoma e, in aggiunta, tende ad attenuarsi nel tempo, così da garantire all’occhio di adeguarsi senza “traumi” legati a cambiamenti troppo netti).
  • Peso e dimensioni. Il discorso relativo alle dimensioni è per lo più soggettivo. Mai però scendere al di sotto di una certa misura, ad esempio i 6 pollici di display, pena l’inevitabile affaticamento degli occhi. Non è, invece, soggettivo il discorso relativo al peso, che deve essere il più contenuto possibile, in maniera da consentire sempre la massima portabilità del dispositivo (a meno, in uno zaino o in una borsa).
  • Tecnologia touchscreen e connessione internet. I lettori dotati di tecnologia touchscreen consentono l’effettuazione di tutte le operazioni (come sfogliare le pagine, scegliere il libro da leggere oppure evidenziare le parole o inserire il segnalibro) in modo del tutto simile a quello che si ha su un qualunque smartphone o tablet. Nel caso dei dispositivi che di tale tecnologia sono privi, tutte queste operazioni sono gestite mediante tasti fisici. Non c’è un vero motivo per preferire la tecnologia touchscreen: in entrambi i casi i dispositivi sono funzionanti, si tratta di abitudini e preferenze personali. Non è, invece, una questione di gusti la connessione internet. Un lettore deve potersi collegare con una qualunque rete wifi. E’ preferibile che i libri siano scaricati già utilizzando il lettore, evitando ulteriori passaggi (ad esempio tramite il computer). Per chi invece si muove molto e non ha sempre a disposizione una connessione fissa, può essere utile scegliere un lettore con connessione anche in 3G.
  • Scelta dello store. Non si tratta di un passaggio secondario. Quando si acquista un e-reader, infatti, si acquista a tutti gli effetti un dispositivo legato a un doppio filo con un book store (Amazon, Mondadori Store, Apple Store). Sincronizzare gli acquisti fra rivenditori diversi è senza dubbio possibile, ma occorre tenere presente che l’operazione può essere molto complicata. Per questo motivo è giusto valutare con attenzione a quale store “affiliarsi”. In merito a questo discorso va tenuto anche presente il fatto che gli e-book, essendo dei file, hanno un preciso formato. Esistono i pdf, gli ePub, i Mobi, gli AZW, ad esempio. I lettori, in genere, li supportano tutti, ma non è sempre così. Occorre valutare con attenzione le proprie esigenze (anche se comunque esistono applicazioni per la conversione degli e-book da un formato a un altro).
  • Memoria. Importante ma in effetti non fondamentale. Gli e-book non sono in genere molto pesanti (solo per avere un’idea: una memoria da 4Gb può ospitare circa 4 mila libri). Ciò non toglie che, se si hanno specifiche necessità, anche le dimensioni della memoria (oppure la possibilità di espanderla) siano da tenere in considerazione.

Caratteristiche specifiche nel caso dei lettori per i bambini

Nello scegliere un lettore per bambini, vanno tenute presenti anche altre specifiche caratteristiche. Un dispositivo che finisce nelle mani dei più piccoli sarà, infatti, con ogni probabilità sottoposto a situazioni di stress, chiamiamole così, ben diverse e superiori a quelle standard. Ecco alcuni degli aspetti da tenere presenti.

  • Resistenza. I bambini sono senz’altro meno delicati degli adulti (diciamo pure molto meno) nel trattare in particolare i dispositivi elettronici. Meglio scegliere quindi un lettore resistente, dotato di una struttura robusta, se possibile in grado di reggere anche qualche caduta. Da questo punto di vista, è giusto segnalare che esistono anche modelli con lo schermo dotato di una copertura in plastica, sebbene questo comporti la perdita di altre funzionalità nell’ambito touch. In merito al discorso relativo alla resistenza, è bene tenere in considerazione lipotesi della custodia. Un ebook reader con custodia è senz’altro più protetto di uno che ne è privo. Oltre alla cadute, infatti, i danni potrebbero arrivare anche dalle cause più impensate, incluso il versamento di liquidi o il contatto con altre sostanze.
  • Colori e vivacità. Un design lineare e elegante potrebbe non essere il massimo, soprattutto per i bambini più piccoli. E’ preferibile un dispositivo con qualche colore in più, perché potrebbe risultare più attraente e meno “serioso”, facilitando in definitiva il rapporto con la lettura.
  • Peso e dimensioni. Più piccolo e più leggero è, meglio è. Si tratta di un dispositivo che dovrebbe poter essere portato ovunque, perché si tratta di un passatempo, l’equivalente in sostanza di un gioco. Deve quindi poter stare in uno zainetto oppure, all’occorrenza, nella borsa della mamma.
  • Funzionalità generali. Un lettore per bambini non è diverso da uno per adulti. Migliori sono le caratteristiche tecniche, meglio è. In generale, il touchscreen è quasi irrinunciabile, perché dà l’idea di utilizzare un dispositivo elettronico “vero”, cioè con un funzionamento del tutto simile a quelli di mamma e papà (smartphone o tablet o altri lettori che siano), consentendo lutilizzo di varie funzioni, come l’evidenziazione delle parole e l’uso dei dizionari. Senza considerare la maggiore facilità di uso rispetto a dispositivi con i soli tasti fisici.

10 prodotti da segnalare

  • E-reader Kindle Paperwhite. Schermo da 6 pollici a 300 PPI anti riflesso con luce integrata auto regolabile (per leggere di giorno e di notte, in qualunque condizione di luminosità) e connessione wifi. Costo 129,99 euro. E’ fra i lettori più venduti in assoluto.

 

    • E-reader Kindle. Schermo da 6 pollici anti riflesso, tecnologia touchscreen, connessione wifi. Costo 69,99 euro. Minore risoluzione rispetto al modello precedente, ma prezzo senz’altro molto competitivo.

 

  • E-reader Kindle Voyage. Schermo da 6 pollici a 300 PPI anti riflesso con luce integrata a regolazione automatica, connessione wifi. Costo 189.99 euro. Il prezzo aumenta in presenza del sensore VoltaPagina, che permette di girare la pagina senza muovere un dito.

 

  • E-reader . Come il precedente, equipaggiato con connessione 3G. Costo 249,99 euro.

 

  • Tablet Fire HD 8. Schermo HD da 8 pollici, connessione wifi, 16 Gb di memoria. Costo 109,99 euro. La risoluzione è di 189 PPI (1280×800), la batteria è garantita per 12 ore, c’è la possibilità di aggiungere la microSD e portare fino a 200 Gb lo spazio di archiviazione. Forse è il miglior modello se si tratta di regalarlo a un bambino. Per questo lettore sono infatti disponibili diverse custodie colorate, dalla cornice base in plastica a 29,99 euro (rosa, azzurra o nera) al case – custodia protettiva antiurto con supporto a 16,99 euro (scontati rispetto al prezzo di partenza di 28,99 euro), disponibile in rosa, azzurro, arancione, nero, rosso, verde e magenta.

 

  • E-reader Kindle. Schermo con tecnologia touchscreen, dimensione 6 pollici, antiriflesso, con connessione wifi. Costo 79,99 euro. Disponibile nel colore bianco. Uno dei primi modelli ultrasottili e a peso ridotto.

 

  • E-reader Kindle Paperwhite 3G. Schermo da 6 pollici ad alta risoluzione, 300 PPI, con luce integrata a regolazione automatica, connessione wifi e 3G. Costo 189,99 euro. Ottimo lettore dotato anche di connessione 3G a un prezzo competitivo.
  • Tablet Fire 7. Versione ridotta del Fire 8, è dotato di uno schermo da 7 pollici e di una memoria da 16 Gb. Costo 59,99 euro. Risoluzione 171 PPI e possibilità di ampliare la memoria fino a 200 Gb con la microSD. Disponibile in nero, blu, rosso e magenta.

 

  • E-reader Kindle Oasis. Schermo da 6 pollici ad alta risoluzione (300 PPI), con luce integrata a regolazione automatica, connessione wifi. Costo 289,99 euro. Lettore dotato di custodia caricatore in pelle nera che dovrebbe garantire l’allungamento della batteria.

 

  • Kindle Paperwhite ricondizionato certificato. Schermo da 6 pollici da 300 PPI, luce integrata con regolazione automatica, connessione wifi. Costo 109,99 euro. Si tratta di un dispositivo ricondizionato certificato, ovvero un usato che, dopo avere superato una serie di test, è garantito come nuovo dal punto di vista del funzionamento (con tanto di garanzia di un anno).

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*