L’Aci di Cuneo ha presentato agli studenti il progetto “Ready2go” per guidare sicuri

Attualità

L’Aci di Cuneo ha presentato agli studenti il progetto “Ready2go” per guidare sicuri

L’Automobile Club Cuneo ha presentato oggi, giovedì 12 aprile, presso la sala Resistenza del Palazzo Comunale di Alba, il “Progetto Ready2go” – Educazione e Sicurezza Stradale, volto ad integrare, con l’ausilio di un simulatore di guida, la tradizionale didattica delle autoscuole, con lo scopo di formare una nuova generazione di guidatori con una spiccata cultura della sicurezza e della prevenzione. Alla presentazione, svoltasi con la partecipazione dell’assessore regionale all’Istruzione Alberto Cirio, del sindaco di Alba Maurizio Marello e dell’assessore alla Mobilità e Trasporti Giovanni Bosticco, oltre ai rappresentanti della Polizia Municipale, Carabinieri e Polizia Stradale, ha preso parte una rappresentanza degli studenti del Liceo di Scienze Sociali ‘Leonardo Da Vinci’ di Alba. Presenti anche il presidente dell’Automobile Club Cuneo Brunello Olivero ed il direttore Giuseppe De Masi.
“Il progetto – afferma il direttore dell’Automobile Club Cuneo Giuseppe De Masi – nasce dalla volontà di capitalizzare il ruolo etico-sociale e di pubblica utilità dell’Aci che punta a servire a 360° i bisogni dell’automobilista e del mondo che lo circonda.

Ma il progetto ha una valenza strategica e formativa ancora più importante che nasce dalla bassa consapevolezza diffusa tra i più giovani dei rischi stradali e di come prevenirli. Vogliamo dunque arrivare alla creazione di un network di scuole guida a marchio Aci con certificazione di qualità didattica e formativa e puntare sul progetto “Ready2go” per creare una nuova generazione di guidatori, consapevoli dei comportamenti da seguire per una guida corretta e sicura”.
Sono già tre, in provincia di Cuneo, le autoscuole dotate del simulatore di guida sicura “Ready2go”: una a Fossano, una a Boves ed ora una anche ad Alba, dove si potrà provare gratuitamente con l’assistenza qualificata di un operatore. “Con ‘Ready2go’, i futuri neo-patentati saranno chiamati a prestare attenzione a quei comportamenti scorretti che sono causa di incidenti – aggiunge De Masi -. Scopriranno le conseguenze sulla guida del consumo di alcool e sostanze stupefacenti e impareranno a gestire situazioni particolari, anomale o pericolose, come in caso di guasto o incidente”.

Gli istruttori delle scuole guida che entreranno nel network “Ready2go” saranno coinvolti nella frequenza di un Master presso il Centro di Guida Sicura Aci di Vallelunga, al termine del quale riceveranno l’attestazione per l’insegnamento del “Metodo Aci” che completa la tradizionale formazione delle scuole guida con 10 moduli (otto teorici e due pratici) finalizzati a rendere l’automobilista più consapevole dei rischi, insegnandogli come prevenirli ed affrontarli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche