L’Anga di Cuneo è stata a Cremona per discutere di Imu ed energie alternative

Aziende

L’Anga di Cuneo è stata a Cremona per discutere di Imu ed energie alternative

Una delegazione dell’Anga di Cuneo, composta dal presidente Andrea Ingaramo e dal vice presidente Davide Cravero, ha partecipato lo scorso 15 marzo al Consiglio nazionale del gruppo giovani di Confagricoltura che si è svolto a Cremona. Un’utile occasione per fare il punto con il presidente nazionale dell’Anga, Nicola Motolese, e con i colleghi imprenditori agricoli sulla delicata questione dell’Imu, ma non solo.
Il dibattito sindacale si è concentrato soprattutto sulla nuova imposta comunale sugli immobili estesa anche ai terreni e fabbricati rurali, con un impatto assai negativo sui redditi delle imprese agricole. “L’obiettivo dell’Anga – sottolinea Andrea Ingaramo – è quello di arrivare a condividere un piano di azione sindacale per ottenere una revisione della recente normativa sull’Imu, o quanto meno, a formulare indirizzi e proposte che possano essere recepiti dai Comuni ovvero dal Governo in fase di attuazione di nuovi provvedimenti fiscali. Questo implica una capillare e incisiva sensibilizzazione di tutte le istituzioni coinvolte nella vicenda a livello politico e amministrativo”.

Durante la giornata c’è stato tempo per una visita alla Fiera Bionergy, che ha avuto luogo nella città lombarda, con successivi approfondimenti sulle ultime evoluzioni che riguardano gli impianti a biomasse: “Oltre a reflui animali e a colture dedicate, per l’alimentazione di questo tipo di impianti ad energia alternativa sta prendendo piede l’utilizzo di scarti di lavorazione, prodotti giunti a fine vita che altrimenti sarebbero destinati ad essere gettati via”, ha commentato Ingaramo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche