L’arpista fu Prodi, poi Draghi e Monti

Economia

L’arpista fu Prodi, poi Draghi e Monti

nullQuando venne a Londra a presentarsi fu una delusione, troppo timido.
Pi però si rivelò un acquisto molto valido. Draghi invece è competente, preciso, ha avuto un grande impatto sulla banca. Letta invece una macchina da guerra, dava consigli ben ponderati, non aveva mai timore di esprimere la sua opinione.
Monti si consoce, è molto preparato, prudente, attento a non compromettere il suo nome.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche