L’industria a gennaio ha raddoppiato la cassa integrazione rispetto a dicembre

Attualità

L’industria a gennaio ha raddoppiato la cassa integrazione rispetto a dicembre

Brusca inversione di tendenza della cassa integrazione guadagni nel primo mese dell’anno secondo i dati diffusi dall’Inps e rielaborati dal Centro studi di Confindustria Cuneo. Per il ramo industria, infatti, le ore di cig complessivamente autorizzate a gennaio 2013 sono più che raddoppiate sia rispetto a dicembre 2012 (+146,5%) che rispetto a gennaio 2012 (+153,2%). La variazione è decisamente più contenuta nel confronto tra il dato cumulato degli ultimi sei mesi (da agosto 2012 a gennaio 2013) con lo stesso periodo di un anno prima (+4,8%), dove la crescita delle ore di cigo (+128,9%) e della cassa in deroga (+27%) è stata parzialmente compensata dalla diminuzione degli interventi straordinari (-64%). L’andamento fortemente negativo del ramo industria, infine, trova pieno riscontro nel confronto con i dati complessivi riguardanti tutti i settori.
“Passando al dettaglio per tipologia di intervento – recita il report del Centro Studi di Confindustria Cuneo- , a gennaio 2013 le ore autorizzate di cassa integrazione guadagni ordinaria sono state pari a 843 mila, in aumento del 149,9% rispetto al dicembre scorso.

Il confronto con il dato rilevato a gennaio 2012, invece, (508 mila ore) fornisce una variazione del 66,1%. Situazione analoga per gli interventi straordinari, che a gennaio sono saliti del 149,8% rispetto a dicembre, passando da 182 mila a 455 mila ore, mentre rispetto allo stesso mese del 2012 sono cresciuti addirittura di 32 volte. La cassa in deroga di gennaio, infine, con 35 mila ore, risulta in crescita del 63,5% rispetto a dicembre 2012 e addirittura del 704,7% rispetto allo stesso mese del 2012”.
L’analisi settoriale sulla base dei dati cumulati degli ultimi sei mesi, per contro segnala un rallentamento della cig in alcuni comparti come meccanica (-38,5%), lavorazione di minerali non metalliferi (-25,6%), legno (-65,4%) e servizi (-19,1%). I tre settori che hanno avuto il maggior numero di ore di cassa integrazione guadagni autorizzate in valore assoluto tra agosto 2012 e gennaio 2013 sono stati chimica-gomma-plastica, meccanica e carta-stampa-editoria.

Controtendenza anche l’edilizia, che nel gennaio 2013 ha registrato un calo complessivo del 65,7% rispetto a dicembre 2012 e del 7,5% rispetto a gennaio 2012. Da notare, a questo proposito, che nel primo mese di quest’anno per l’edilizia non sono stati autorizzati interventi straordinari e se la cig è scesa del 70,8% rispetto al mese precedente, la cassa in deroga è aumentata del 253,8%. Il dato cumulato degli ultimi sei mesi mostra una crescita del 30,3%.
In ultimo, degni di nota gli andamenti inversi ma complementari della mobilità e delle procedure di assunzione. Nel 2012 gli inserimenti nelle liste di mobilità sono aumentati del 17%, mentre le domande di inserimento addirittura del 33,4%. Viceversa, tra gennaio e settembre 2012 le procedure di assunzione in provincia di Cuneo sono diminuite complessivamente del 5,1%, nel ramo industria addirittura del 15,8%.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche