L’Ue chiede nuovi sacrifici alla Spagna

Esteri

L’Ue chiede nuovi sacrifici alla Spagna

Olli Rehn

Il commissario europeo agli affari economici, Olli Rehn, ritiene “essenziale che la Spagna definisca una strategia di medio termine per raggiungere i suoi obiettivi sul debito, poiché “è uno di quei paesi che entro il 2013 devono correggere il proprio deficit e

Olli Rehn

riportarlo al di sotto del 3%”.

Il primo ministro Rajoy aveva infatti dichiarato che la Spagna non avrebbe rispettato il Patto del Bilancio, firmato dai paesi dell’UE aderenti all’euro.

All’Ue non sono piaciute le dichiarazioni che Rajoy ha rilasciato venerdì, quando ha annunciato che nel 2012 il suo Paese mancherà gli obiettivi sul deficit concordati con la Ue: invece del 4,4%, arriverà al 5,8%, ben lontano dal rientro nei limiti del 3% nel 2013

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche