L a tragica vicenda di Cacciola

Cronaca

L a tragica vicenda di Cacciola

nullMaria Concetta Cacciola, 31 anni, figlia di Michele Cacciola, cognato di Gregorio Bellocco, considerato il boss dell’omonimo clan di ‘ndrangheta, dopo aver deciso di fare dichiarazioni agli inquirenti, era stata trasferita in una località protetta e solo da poco tempo aveva fatto ritorno a Rosarno. Il clan Bellocco è ritenuto uno dei più potenti della ‘ndrangheta. Gregorio Bellocco è stato arrestato nel 2005 in un bunker a Rosarno. Condannato all’ergastolo, era tra i 30 latitanti più pericolosi d’Italia. In contemporanea, Carabinieri e Polizia hanno arrestato anche tre familiari della testimone. Le indagini, finalizzate alla ricerca del latitante Giuseppe Pesce, indicato come l’attuale reggente della cosca, secondo l’accusa hanno consentito di individuare i nuovi soggetti a cui era stata affidata la direzione strategica ed operativa del clan, indebolito dalle numerose operazioni che l’hanno colpito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche