La Banca di Caraglio ha inaugurato la nuova sede e approvato il bilancio 2012 COMMENTA  

La Banca di Caraglio ha inaugurato la nuova sede e approvato il bilancio 2012 COMMENTA  

Caraglio – È stato un fine settimana denso di avvenimenti e ricco di emozioni per la Banca di Caraglio e i suoi associati: prima l’approvazione del bilancio 2012, avvenuta sabato 18 maggio al palazzetto dello sport di San Rocco Castagnaretta a Cuneo davanti ad oltre 1500 soci, e il giorno successivo, domenica 19, la serata di festa per l’inaugurazione della nuova “Cittadella della Banca” in piazza della Cooperazione a Caraglio. Al tradizionale taglio del nastro erano presenti il Consiglio di amministrazione dell’Istituto di credito, guidato dal presidente Livio Tomatis, il sindaco di Caraglio Giorgio Lerda, il parroco di Caraglio don Gianni, le autorità locali e centinaia di soci e cittadini caragliesi. Al termine della cerimonia è stato offerto un buffet servito dai ragazzi dell’Istituto Alberghiero “Virginio-Donadio” di Dronero.

Leggi anche: Scongelate le dimissioni di Matteo Renzi

“Ringrazio tutti coloro che hanno creduto in questo progetto e hanno contribuito in modo determinante a far sì che potesse diventare realtà – ha dichiarato il presidente della Banca Livio Tomatis in occasione dell’inaugurazione –; a livello architettonico la nuova sede è stata pensata e realizzata in rispettosa sinergia e armonia con lo storico Palazzo del Fucile, ma con un design che rappresenta gli sviluppi del terzo millennio per accompagnare l’istituto verso le nuove sfide che lo attendono. La Banca, inoltre, dona al Comune una piazza in grado di accogliere eventi e momenti di incontro per la collettività, oltre a un parcheggio interrato con circa cinquanta posti auto a servizio della cittadinanza”.

Leggi anche: Bimbo nato disabile a Catania: le sentenze

Sabato 18 si è svolta, invece, l’assemblea annuale dei soci che ha approvato il bilancio d’esercizio 2012 ed eletto i collegi dei sindaci e dei probiviri. “Al 31 dicembre 2012 la raccolta totale della Banca, a valori di mercato, si è attestata a 1.402,20 milioni di euro con un incremento di circa 8 milioni di euro – ha dichiarato il direttore generale Giorgio Draperis –. La raccolta diretta ha registrato, a valori di bilancio, un incremento su base annua di circa l’1 per cento, attestandosi a 928,29 milioni di euro mentre quella indiretta è ammontata a 395,39 milioni di euro”. Sono cresciute in modo significativo le giacenze sui conti correnti e sui depositi, per una percentuale superiore all’8,5%. La scomposizione della raccolta indiretta ha evidenziato il particolare interesse dimostrato dalla clientela nei confronti dei prodotti di Bancassicurazione, con una crescita pari ad oltre il 10 per cento. Gli impieghi verso la clientela, nonostante la fase congiunturale poco favorevole, si sono attestati a quota 849 milioni di euro, con mutui erogati per 98 milioni di euro. All’interno del comparto si evidenzia che il 59,26 per cento degli impieghi è stato destinato ai soci, indicatore in apprezzabile aumento rispetto al 57,57 per cento di fine 2011. In questo particolare momento vissuto dall’economia europea, ed in modo particolare da quella italiana, in considerazione della volontà della banca di continuare ad essere attenta alle esigenze dei propri clienti, dei soci e del territorio, sono stati studiate, nel 2012, due nuove iniziative riservate ai soci. La prima destinata alla creazione di nuova occupazione, la seconda finalizzata a supportare le famiglie a basso reddito nel permettere ai propri figli, attraverso un prestito personale agevolato, di frequentare gli studi universitari. In decisa crescita risulta il margine di intermediazione che sfiora i 30 milioni di euro, con un aumento di 1,58 milioni di euro rispetto all’anno precedente, registrando un + 5,58%. Risulta rafforzato il patrimonio di vigilanza e rassicuranti i coefficienti prudenziali. Il risultato economico dell’anno 2012 è pari a 1 milione e 223 mila euro, in sensibile incremento rispetto all’esercizio precedente. Hanno contribuito a generare tale risultato sia l’apprezzabile performance del margine di intermediazione che il contenimento dei costi operativi (-11,96%). La compagine sociale ha registrato una variazione positiva su base annua del 5 per cento, attestandosi a 8.578 soci, a conferma del costante e continuo rafforzamento della Banca al servizio delle economie locali. La Banca di Caraglio conta ad oggi una rete di 27 filiali, dislocate nelle provincie di Cuneo e Imperia, e un organico di 183 dipendenti.

Leggi anche

terremoto-isole-salomone-sismografo
Esteri

Terremoto violentissimo magnitudo 7.8 vicino alle isole Salomone

Un altro violentissimo terremoto, questa volta dall'altra parte del mondo rispetto alla California. E' accaduto poco fa nell'area delle isole Salomone, a pochi chilometri di distanza dall'isola di San Cristobal. Un sisma davvero violento, di magnitudo 8.0 secondo i primi dati, rivisto poi a 7.8 della scala Richter, una potenza tale da provocare anche la formazione di tsunami potenzialmente molto pericolosi. La scossa tellurica, registrata alle ore 18.38 italiane, ha avuto un ipocentro non molto profondo, individuato a soli 34 chilometri di profondità. In virtù di questi dati, potrebbe essere stato avvertito anche a distanza di centinaia di chilometri; è Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*